APPUNTAMENTI CON IL PUBBLICO DA OGGI AL 20 LUGLIO

La Luna con l’Inaf

Moltissimi sono gli eventi promossi dall’Istituto nazionale di astrofisica in tutta Italia per celebrare il cinquantesimo anniversario dello sbarco dell'uomo sulla Luna, avvenuto nella notte tra il 20 e il 21 luglio del 1969. Inoltre, martedì 16 luglio il nostro satellite darà spettacolo con un'eclissi parziale. Qui potete trovare tutte le iniziative, con link alle pagine contenenti i dettagli di ognuna

Dal 04.07.2019 al 20.07.2019

Luglio si preannuncia un mese veramente caldo, non solo per le temperature che stiamo raggiungendo ma per il numero di eventi che l’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf) ha in programma per celebrare il nostro satellite naturale: l’eclissi parziale di martedì 16, il cinquantesimo anniversario della partenza dell’Apollo 11 e lo storico allunaggio avvenuto nella notte tra il 20 e il 21 luglio 1969. Sono moltissimi gli eventi organizzati da tutte le sedi Inaf per divulgare, raccontare e appassionare il pubblico ai temi scientifici, con particolare riguardo a lei, protagonista indiscussa di questo luglio 2019: la Luna. Li riportiamo in questo articolo, scorrendo il paese da nord a sud, per dare la possibilità a tutti di scegliere dove andare a celebrare insieme alle astronome e agli astronomi dell’Inaf questa ricorrenza, anche facendo centinaia di chilometri perché, come vedrete, potrebbe davvero valerne la pena. E se proprio non ce ne fosse nessuno al quale potete partecipare di persona, vi aspettiamo sabato 20 luglio alle 20 per un’imperdibile live sul nostro canale YouTube.

Osservatorio astronomico di Brera (MI)

A Milano, la sede di Merate dell’Inaf- Osservatorio astronomico di Brera, giovedì 4 luglio aprirà le porte al pubblico per una serata di “teatro-scienza” con lo spettacolo serale Luna dove sei? Liberamente tratto dall’Odissea di un fisico ed un attore. Nella suggestiva cornice dello storico telescopio Zeiss, esempio di ottica e meccanica degli anni Venti, Bianca Salmaso e Marco Ballerini intratterranno i partecipanti in una serata alla ricerca della Luna, passando per l’odissea di un fisico e di un attore. L’evento è su prenotazione. Sabato 6 luglio, alle ore 20:30 per la rassegna “Aperti per voi sotto le stelle”, apertura straordinaria del cortile di Palazzo Litta, per il ciclo “No si volta chi a stelle è fisso”, storie di donne e uomini geniali, al chiaro di Luna. Nel magico ambiente del palazzo si terrà l’evento «L’ochiale per veder la luna grande» Leonardo da Vinci e l’astronomia del suo tempo, un incontro teatralizzato a cura di Valeria Palumbo. Interverrà Mario Carpino dell’Osservatorio astronomico dell’Inaf di Brera, per parlare di Galileo Galilei e del Sidereus Nuncius. Ancora nella sede di Merate dell’Inaf, sabato 9 luglio alle ore 20:45, serata di osservazione guidata della Luna, nell’ambito della rassegna Turismo Lunare presso la Cupola Zeiss. La prenotazione è obbligatoria (02-72320416) e la serata è consigliata sopra ai 15 anni. Le prenotazioni sono aperte dal 1 luglio e continueranno fino ad esaurimento posti. Martedì 16 luglio alle 21, Ilaria Arosio dell’Inaf di Brera, terrà una conferenza per il pubblico dal titolo Ritorno alla Luna, presso la Biblioteca Civica di Biassono, nella quale verranno ripercorsi i passi che hanno portato l’uomo sulla Luna. Da Galileo ad Armstrong, passando per George Méliès, Leopardi, Elvis e i Pink Floyd, la Luna è stata la protagonista delle più grandi rivoluzioni dell’umanità. La conferenza si propone si condurre il pubblico attraverso la storia, alla scoperta del perché la Luna sia stata la protagonista delle più grandi rivoluzioni dell’umanità.

Osservatorio astrofisico di Asiago dell’Inaf

Padova ha organizzato una rassegna ricchissima di eventi dedicati al nostro satellite e all’allunaggio del luglio 1969, chiamata Destinazione Lune. Oltre a raccontare l’epica corsa allo spazio, i numerosi eventi in programma vogliono essere un occasione per far conoscere alla cittadinanza quella che è la ricerca astronomica che si compie attualmente in Italia, in particolare a Padova, raccontando molto di quello che si sta facendo per il prossimo futuro, dall’esplorazione spaziale del nostro Sistema solare alla ricerca di luoghi adatti per realizzare future basi di osservazione, alla ricerca di forme di vita extraterrestri e allo studio delle migliaia di pianeti extrasolari che popolano la nostra galassia. La rassegna, iniziata a maggio, raggiungerà il culmine la settimana che va da martedì 16 luglio a sabato 20 luglio. In particolare, martedì 16 luglio, in Piazza Piazza D’Armi del Castello Carrarese e presso la Specola, in collaborazione con il Comune di Padova, Castello Festival 2019, Scuola Gershwin, Il Chiosco e Stolfo Felt, si terrà un aperitivo scientifico e l’inaugurazione della mostra Le Lune di Padova. Inoltre, da Piazza d’Armi sarà possibile vedere l’eclissi di Luna in streaming, ripresa dalla sommità della Specola. Chi avrà acquistato i biglietti potrà godersi l’osservazione del fenomeno astronomico direttamente dalla torre. Giovedì 18 luglio è prevista una tavola rotonda nell’Aula Magna del Bo dal titolo Raccontare gli ultimi 50 anni dell’esplorazione spaziale per scrivere i prossimi 50, alla quale prenderanno parte l’astronauta Maurizio Cheli, Monica Lazzarin e Roberto Ragazzoni, direttore dell’Osservatorio astronomico dell’Inaf di Padova. Venerdì 19 luglio, presso il Castello Carrarese e nell’ambito della rassegna Estate Carrarese promossa dal Comune di Padova, si terrà il concerto The Planets di Gustav Holst, proposto in prima esecuzione italiana nella versione per orchestra da camera di G. Morton (2015). Lo spettacolo sarà arricchito da immagini e testimonianze della capacità di raggiungere ed esplorare questi pianeti, anche in collaborazione con BigRock per la realizzazione di video digitali. Le proiezioni saranno a cura dell’Inaf di Padova. Sabato 20 luglio, sempre al Castello Carrarese, la compagnia Teatro Boxer porterà in scena il primo racconto teatrale di fantascienza di questo secolo, 2069: oltre la Luna (Apollo 550) di Andrea Pennacchi e Rossella Spiga. La produzione è a cura del Teatro Boxer e dell’Inaf di Padova. Informazioni e prevendite al numero 346-2279789. Rimanendo in Veneto ma salendo di quota, il Comune di Asiago e il giornale di Vicenza hanno organizzato un evento per la serata del 20 luglio dal titolo “La notte della luna. A cena sotto il cielo di Asiago”. Gli astronomi dell’Inaf accompagneranno i partecipanti in tre visite guidate all’osservatorio astronomico. Per informazioni e prenotazioni si può contattare direttamente il giornale di Vicenza (0444-396311).

Planetario di Torino

Anche a Torino saranno numerose le serate per il pubblico: dall’iniziativa Le Voci della Luna del Comune di Pino Torinese (osservazioni al telescopio il 9, 12 e 16 luglio) a tutti gli eventi organizzati al Planetario (15 luglio Guarda che Luna, riflessioni odierne a 50 anni dallo sbarco, 17 luglio Fly me to the Moon, 18 luglio Robotica e AI al servizio dell’esplorazione spaziale, 19 luglio Song for stars, lo spettacolo del cielo in musica, 20 luglio Ho toccato!, 21 Luglio Apollo 11). Ancora, il 17 luglio alla Casa del Parco (Mirafiori) si terrà una serata di osservazioni e conferenza con Piero Bianucci e Daniele Gardiol. Il 21 luglio a Paraloup (Rittana, CN) è prevista una serata di osservazioni al telescopio, organizzata da Inaf in collaborazione con la Fondazione Nuto Revelli. Per finire, anche nel mese di agosto sono previsti due eventi della serie “I calici di stelle”: il 9 agosto a Cellarengo (AT) e il giorno seguente a Barolo (CN) si faranno osservazioni della Luna al telescopio.

Piazza Maggiore di Bologna: rassegna “Sotto le stelle del cinema”

A Bologna, martedì 16 luglio, alle ore 21.30, in occasione della partenza dell’Apollo 11, al Parco di San Donnino si terrà un vero happening scientifico-artistico dal titolo “Ciao Luna!” nel quale gli astronomi dell’Osservatorio di astrofisica e scienza dello spazio (Oas) dell’Inaf di Bologna e gli animatori scientifici della Sofos racconteranno la Luna dal punto di vista scientifico, mentre l’attrice Simona Sagone leggerà brani che riguardano il nostro satellite e i musicisti Giuseppe Sportaro e Federica Pasquali suoneranno musiche ispirate dal corpo celeste. Nel corso della serata sarà possibile osservare la Luna (e non solo) con vari telescopi presenti. Al termine, la Luna stessa darà spettacolo esibendosi in un’eclisse parziale. La serata sarà realizzata insieme a Sofos, in collaborazione con Quartiere San Donato-San Vitale. Per informazioni visitare il sito dell’Oas. Il 24 e il 25 luglio, rispettivamente a Villa Ghigi (Bologna) e al campo sportivo di Loiano, alle ore 21:30, gli astronomi dell’Inaf di Bologna accompagneranno i partecipanti in una visita guidata del cielo con un potente fascio laser. Le osservazioni a occhio nudo saranno accompagnate dalla proiezione, su maxischermi, di spettacolari immagini raffiguranti gli stessi corpi celesti osservati attraverso i più potenti telescopi terresti e spaziali. Si consiglia di portare un plaid e una torcia. L’ingresso libero fino ad esaurimento dei posti. Le due serate sono realizzate in collaborazione con Sofos, Fondazione Villa Ghigi e ProLoco di Loiano. Sempre a Loiano, presso la stazione astronomica dell’Inaf, sono previste serate osservative del cielo allo storico telescopio Zeiss degli anni ’30, di cui 3 dedicate ai bambini da 6 a 10 anni. In programma ci sono anche appuntamenti al planetario digitale con spettacoli sul cielo estivo e sulla magia delle stelle cadenti. Per partecipare agli eventi è obbligatoria la prenotazione. Le date sono 5, 6, 16, 19, 20 e 27 luglio; 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 24, 25, 30 e 31 agosto; 1, 6, 7, 20 e 21 settembre. In occasione del cinquantesimo anno dallo sbarco dell’uomo sulla Luna, le visite del mese di luglio saranno gratuite con prenotazione obbligatoria. Per informazioni e prenotazioni, visitare la sezione del sito dell’Oas dedicata a Loiano. Gli appuntamenti al Parco delle Stelle di Loiano sono realizzati in collaborazione col Difa (Università di Bologna), il Comune di Loiano e l’Unione dei Comuni dell’Appennino Bolognese. Sulle colline di Bologna, nel Comune di Ozzano dell’Emilia, al bioagriturismo Dulcamara si celebrerà l’anniversario dello sbarco sulla Luna con una conferenza gratuita, aperta a tutti, a cura dell’Inaf, sulla corsa allo spazio, mettendo in risalto lo spirito d’avventura che ha caratterizzato quegli incredibili anni. A seguire, i partecipanti verranno guidati all’osservazione del cielo estivo con il laser dagli astronomi dell’Inaf. In città, nella magnifica cornice di piazza Maggiore, con le schiere di seggiole disposte lungo il famoso “crescentone” e la superficie del grande schermo a tagliare per il lungo la visione della piazza, verrà proiettato il film Interstellar, nell’ambito dell’iniziativa Sotto le stelle del cinema. La visione del film verrà preceduta da una presentazione dell’Inaf e del progetto Destinazione Luna, nato da una collaborazione tra l’Inaf Oas e la Cineteca di Bologna. Sempre a Bologna, nell’ambito della rassegna cinematografica Cinecasalone con Sofos e Inaf Oas, verrà proposto un ciclo di film e documentari interamente ispirato alle scienze. Esperti cinematografici, astronomi e fisici introdurranno ogni pellicola, riportando  aneddoti e sottolineando i limiti narrativi tipici dei racconti cinematografici scientifici e fantascientifici. In particolare, nell’ambito della rassegna, verrà proposta una maratona cinematografica lunga l’intera notte del 20/21 luglio, dal tramonto all’alba. Una full immersion filmica che porterà il pubblico a rivivere le avventure di ben noti eroi dello spazio e a scoprire, grazie all’intervento di esperti astronomi, quanta astronomia si cela dietro le scene. Le serate sono a ingresso libero e non è necessaria la prenotazione.

Notti d’estate ad Arcetri.

Ad Arcetri, nell’ambito delle Notti d’estate ad Arcetri 2019, il 20 luglio si terrà l’evento per il pubblico Mille e una Luna: da Giulio Verne a Neil Armstrong e oltre, con John Robert Brucato e Niccolò Bucciantini dell’Osservatorio astrofisico dell’Inaf di Arcetri, e l’autore Pier Luigi Gaspa. Nella notte in cui il mondo intero celebra il cinquantesimo anniversario di una delle imprese umane più eclatanti di sempre, l’Osservatorio di Arcetri dell’Inaf mette in scena il nostro satellite, a partire dal mito e dalla visione romanzata della letteratura e del cinema, per finire con le più recenti e future missioni lunari in cui gli astronomi dell’Inaf sono coinvolti.

Inaf-Osservatorio Astronomico d’Abruzzo: Campo Imperatore

A Teramo, l’Inaf-Osservatorio astronomico d’Abruzzo per celebrare lo storico allunaggio, organizza una serata dedicata alla Luna il giorno venerdì 19 luglio, alle ore 20, dal titolo La Luna 50 anni dopo la storica passeggiata. La serata prevede una conferenza pubblica sul nostro satellite, proiezioni di filmati sull’allunaggio, osservazioni con i telescopi, osservazione del cielo estivo con il puntatore laser e la visita guidata al telescopio Tnt.

Nella capitale, il 10 luglio dalle 20:30 fino alle 24, il Planetario di Roma e l’Inaf propongono una suggestiva rievocazione dell’impresa che segnò in maniera indelebile la memoria collettiva dell’umanità, dimostrando che l’uomo è capace di lasciare il proprio pianeta per avventurarsi nello spazio. Nello scenario dell’area archeologica del Circo Massimo, verrà rievocata la corsa alla Luna che culminò il 20 luglio 1969 nel Mare della Tranquillità.

Planetario di Roma.

L’osservazione diretta della Luna proseguirà per tutta la serata ai telescopi allestiti sul prato, con l’assistenza degli astronomi e ricercatori dell’Osservatorio astronomico dell’Inaf di Roma e del Planetario, mentre sul palco naturale delle rovine del Circo si alterneranno gli interventi di ospiti prestigiosi e grandi narratori dell’epopea spaziale: Gaetano Telesio (direttore generale Inaf), Marco Ciardi (Università di Bologna), Ettore Perozzi (Asi), Angelo Antonelli (Inaf) e Stefano Sandrelli (Inaf). L’evento LunaL – Memorie di un Satellite è realizzato nell’ambito del progetto Roma Città delle Stelle, una collaborazione fra Planetario di Roma e Inaf per promuovere la divulgazione astronomica a Roma, in occasione del ventennale dalla fondazione dell’Inaf. Sabato 20 luglio, dalle 20:30 alle 24, presso la Sala Gratton dell’Inaf-Osservatorio astronomico di Roma, si terrà una serata per celebrare l’allunaggio che prevede l’apertura delle sale storiche con l’esposizione della Luna di Padre Secchi e i disegni di Galilei tratte dal Siderius Nuncius, l’osservazione della Luna con il telescopio di Monte Porzio e i telescopi didattici dell’Osservatorio, e un tour delle costellazioni con i laser. Sempre a Roma, tutti i giovedì sera di luglio e agosto, si terranno serate organizzata dal Planetario di Roma in collaborazione con Inaf, presso l’Arena della casa del cinema con proiezioni di film sullo spazio che prevedono un’introduzione da parte di un ricercatore e a seguire osservazioni ai telescopi (previste dalle 23 alle 24).

Biblioteca dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte dell’Inaf, a Napoli.

A Napoli, dal 25 giugno al 30 settembre, è possibile visitare la mostra Guarda che Luna! a cura della Biblioteca Nazionale di Napoli e dell’Osservatorio astronomico dell‘Inaf di Capodimonte (Oacn), presso la Sala Esposizioni della Biblioteca Nazionale di Napoli a piazza Plebiscito, con il patrocinio del Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Napoli, del Comune di Napoli, Inaf20, Iau100 e Sisfa. Giovedì 4 luglio, alle ore 20, l’associazione ex allievi del Conservatorio di Musica «S. Pietro a Majella» di Napoli e Inaf Oacn, in collaborazione con il conservatorio di musica San Pietro a Majella organizzano l’evento Omaggio alla luna: visioni lunari negli antichi e nei moderni compositori. A seguire, osservazioni ai telescopi con gli astronomi di Oacn e l’Unione Astrofili Napoletani. Martedì 16 luglio, presso l’Osservatorio di Capodimonte, l’Inaf in collaborazione con Ponys e Unione astrofili napoletani, in occasione dell’eclissi parziale di Luna e a quattro giorni dal 50° anniversario dell’allunaggio, organizza un Aperitivo Sotto le Stelle dal titolo Stregati dalla Luna con Patrizia Caraveo e Massimo Della Valle. Attraverso una conversazione scientifica, i due astronomi dell’Inaf faranno rivivere la straordinaria emozione testimoniata emblematicamente dall’impronta di Armstrong e ci faranno comprendere quanti sviluppi tecnologici e quante conoscenze scientifiche abbiamo ottenuto da quell’incredibile passeggiata lunare. A seguire, aperitivo e osservazione dell’eclisse e del cielo di Napoli con i telescopi. La locandina del ciclo di aperitivi è consultabile a questo link.

Il complesso nuragico s’Omu ‘e S’Orcu con Domusnovas e la luna sullo sfondo. Crediti: Paolo Soletta / Inaf

L’Osservatorio astronomico dell’Inaf di Cagliari, venerdì 19 luglio andrà in trasferta a Domusnovas, a circa 50 km dal capoluogo, per mettere in scena Sulla Luna, evento organizzato all’interno di “Sa Domu ‘e S’Orcu” (La casa dell’orco) un sito archeologico nuragico che ha quasi quattromila anni. Durante la serata – che verrà inaugurata dal laboratorio per bambini (7-10 anni) Martina sulla Luna guidato da Silvia Casu dell’Inaf – si avvicenderanno l’esperto di storia e archeoastronomia Gian Nicola Cabizza con Tra Medioevo e Rinascimento: la Luna di Dante e la Luna di Galileo, gli ingegneri dell’Agenzia spaziale italiana Giuseppe Valente e Noemi Iacolina che parleranno del ruolo della Sardegna nelle future missioni sulla Luna e l’Associazione Astrofili Sardi con le osservazioni ai telescopi e la spiegazione del cielo. Tocco di pura magia sarà infine la presenza dei Boes e dei Merdules, maschere carnevalesche ancestrali di incredibile fascino provenienti dal paese di Ottana, vicino a Nuoro.

Palazzo dei Normanni a Palermo.

A Palermo, martedì 16 luglio dalle 18, a Palazzo dei Normanni, si terrà l’evento Destinazione Luna a cura di Laura Daricello, durante il quale verranno fatte passeggiate reali e virtuali a Palazzo Reale, tra le stelle del cielo e nei luoghi di atterraggio delle missioni Apollo, accompagnati dagli astronomi dell’Osservatorio astronomico dell’Inaf di Palermo. L’ingresso libero, su prenotazione. Sabato 20 luglio, dalle 18 presso Villa Filippina in Piazza San Francesco di Paola, a Palermo, serata interamente dedicata alla Luna e alla celebrazione della ricorrenza del primo sbarco.

Osservatorio Astrofisico di Catania dell’Inaf

A Catania si svolgeranno diverse serate a cura dell’Osservatorio astrofisico dell’Inaf di Catania. In particolare, domenica 7 luglio al Museo Diocesano di Catania si terrà una serata dedicata all’osservazione della Luna, Giove e Saturno che comprende una conferenza sulla storia delle missioni Apollo Un piccolo passo per uomo, ma un grande balzo per l’umanità. L’ingresso è libero, senza prenotazione. Osservazioni al telescopio sono previste presso la sede M.G. Fracastoro (Serra la nave, Ragalna) nelle serate del 5, 6, 10 e 11 luglio. Sabato 20 Luglio, sempre presso la sede M.G. Frascastoro, ci sarà la Notte bianca della Luna: conferenza sulle missioni Apollo e osservazioni della Luna al telescopio. In questo caso l’ingresso è con prenotazione da effettuarsi scrivendo a divulgazione@oact.inaf.it