OTTO FILM IN OTTO SERATE, TUTTI I GIOVEDÌ

Spazio 2019 alla Casa del cinema

Giovedì 4 luglio a Roma, alla Casa del Cinema, inaugurazione di una rassegna cinematografica realizzata in collaborazione con gli astronomi del Planetario di Roma e dell’Istituto nazionale di astrofisica. Ci saranno anche telescopi appositamente installati per mostrare stelle e pianeti a tutti gli spettatori

04.07.2019, ore 21:00

La Casa del cinema a Villa Borghese. Crediti: Wikimedia Commons

Si pensa a Cesare Zavattini (di cui ricorre quest’anno il trentennale della morte) e vengono in mente i capolavori del Neorealismo da Sciuscià a Ladri di biciclette. Ma nella fittissima filmografia di uno dei più estrosi, vitali e rivoluzionari scrittori del cinema italiano (sceneggiatori è già riduttivo), non mancano le sorprese, le contraddizioni e le fughe in avanti che fanno di Za’ un personaggio davvero unico del ‘900. Ed è proprio allo storico amico e sodale di Vittorio De Sica (oltre venti i film e gli episodi scritti insieme), al geniale funambolo della parola e della fantasia, al regista di un solo ma fondamentale capitolo del nostro cinema come La veritaaaà del 1982, che la Casa del Cinema dedica quest’anno una giornata a tema e un appuntamento davvero imperdibile, la sera di giovedì 4 luglio all’interno del programma Spazio 2019 di Caleidoscopio.

Alle 21, al calar della sera, sul palco del teatro all’aperto Ettore Scola, grazie alla collaborazione con la startup romana Nettoon che ha realizzato anche la mostra interattiva su Zavattini nelle sale espositive di Casa del Cinema, viene presentata la smartcomics@ della prima space-opera a fumetti italiana ideata proprio da Cesare Zavattini nel 1936: Saturno contro la terra. Saranno i protagonisti di questa spericolata traduzione in immagini cinematografiche del fumetto a introdurre la serata, tra il suono delle onde gravitazionali, la vera “voce” di Saturno, il tema musicale del filmato (I’ll Return composto da Federico Ciompi ed eseguito dal vivo da Beatrice Paperini). A raccontare la curiosa passione fanta-scientifica di Za’ ci saranno l’esperto di fumetti Renato Pallavicini, l’astrofisica Fiorella Terenzi, la storica del cinema Maria Laura Gargiulo, sceneggiatore e regista di Saturno contro la terra, Alessandro Aquilani e Luciana Sympa. A seguire la proiezione dei primi due episodi della saga, un’autentica rivelazione anche per gli “zavattiniani” e una vera anteprima di Caleidoscopio per cui si ringraziano il Museo del Fumetto di Milano WOW, gli eredi degli autori del comics originale.

La serata è però dedicata anche all’inaugurazione di un programma di Caleidoscopio intitolato a Spazio 2019 e realizzato in collaborazione con gli astronomi del Planetario di Roma e Istituto nazionale di astrofisica. Sette film (e un “regalo di ferragosto”) introdotti ogni sera da ospiti differenti appartenenti al mondo della ricerca astrofisica e dedicati ai grandi temi dello spazio e all’esplorazione delle stelle, da un titolo che ha fatto storia come La morte viene dallo spazio di Paolo Heusch a Deep Impact di Mimi Leder, da Agorà di Alejandro Amenabar a Sunshine di Danny Boyle. Ogni giovedì infatti, il team degli astronomi userà telescopi appositamente installati per mostrare stelle e pianeti a tutti gli spettatori che, al termine del film, vorranno sentirsi viaggiatori dello spazio. Una serie di autentici eventi, ogni volta diversi, che verranno presentati con una prima esplorazione dal vivo già nella notte del 4 luglio, con l’accompagnamento di filmati e rarità d’autore nei filoni della fantascienza antica e moderna.

Escursioni cosmiche sulle rotte della fantascienza dagli anni ’50 a oggi. Otto film per intercettare sul radar della scienza alcuni dei fili conduttori che animano la narrazione spaziale dei nostri tempi: l’anniversario dell’allunaggio, la minaccia degli asteroidi, le ansie sull’instabilità del Sole, e ancora le donne nella scienza, l’emozione della scoperta, l’esperienza dello spazio, l’aspirazione a un mondo migliore ovvero la fuga verso pianeti lontani. Le proiezioni saranno curate e introdotte da ospiti esperti: Andrea Carusi, Gabriele Catanzaro, Letizia Davoli, Ilaria Ermolli, Giangiacomo Gandolfi, Stefano Giovanardi, Gianluca Masi, Ettore Perozzi, Federico Tosi. Al termine del film l’inquadratura si sposterà verso il cielo stellato, con osservazioni al telescopio guidate dagli astronomi.

Qui il programma della rassegna.