LA ZONA ABITABILE È PIÙ ESTESA DI QUANTO SI PENSI
203

È possibile che esista la vita “sottomarte“?

Mentre la ricerca della vita tipicamente si concentra sull’acqua liquida presente sulla superficie e nell’atmosfera dei corpi celesti, secondo due scienziati americani l’assenza di acqua superficiale non preclude affatto l’esistenza di vita su un corpo roccioso, per esempio nel profondo della biosfera del suo sottosuolo. Tutti i dettagli su ApJ Letters

FONDAMENTALI GLI STUDI DI MAYER E LORD KELVIN DEL 1878
778

La forma delle tempeste di Giove

Vicino al polo sud di Giove, nascoste dagli occhi indiscreti degli umani, si trovano una serie di tempeste vorticose disposte secondo uno schema geometrico insolitamente regolare. Un nuovo studio del Caltech è riuscito a svelare il mistero, anche grazie a un suggerimento dal lontano passato. Tutti i dettagli sui Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America

ATTESO ANCHE UN INTERVENTO DI SAMANTHA CRISTOFORETTI
34

Engage, workshop di tre giorni sulla divulgazione

Organizzato da Vis srl, prima spin off della Scuola Normale Superiore, in collaborazione con l’Istituto nazionale di astrofisica, il workshop si terrà a Firenze dal 19 al 21 novembre e fornirà strumenti utili a chi si occupa di divulgazione della ricerca. La quota d’iscrizione va da 800 euro (per chi si iscrive entro il 15 ottobre) a 1000 euro

RILEVATI DALL’OSSERVATORIO PIERRE AUGER NELLA PAMPA ARGENTINA
217

Raggi cosmici dall’universo lontano

Misurato con una precisione mai ottenuta prima lo spettro in energia dei raggi cosmici di altissima energia. Antonella Castellina (Inaf): «Le misure ottenute dalla collaborazione Auger suggeriscono che questi raggi cosmici possano essere prodotti in sorgenti astrofisiche come i nuclei galattici attivi e le galassie starburst»

FONDAMENTALE IL SUO STUDIO SULLE GALASSIE STARBURST
407

Premio Linceo per l’astronomia a Giulia Rodighiero

A lei si deve la scoperta, nel 2011, del ruolo degli scontri violenti fra galassie nella formazione delle loro stelle. Il Premio sarà conferito nel corso della cerimonia solenne per via telematica che avrà luogo il prossimo venerdì 25 settembre alle ore 11.00

QUESTA MATTINA UN OGGETTO GRANDE QUANTO UN AUTOBUS HA SFIORATO LA TERRA
315

Un buongiorno con l’asteroide

All’alba di oggi, giovedì 24 settembre, l’asteroide 2020 SW è passato a circa 22mila km dalla superficie terrestre. Nessun rischio per la Terra, ma un’occasione unica per studiare da vicino un piccolo near-Earth

ECCO LA MAPPA DELL’IDROGENO MOLECOLARE NELL’UDF DI HUBBLE
166

L’universo polveroso di Aspecs

L’Hubble Ultra Deep Field è stato scansionato in 3D dal radiointerferometro Alma ottenendo la mappa completa dell’idrogeno molecolare, combustibile alla base dei processi di formazione stellare. Tra gli autori dello studio pubblicato oggi su The Astrophysical Journal c’è anche Roberto Decarli dell’Inaf di Bologna