LO STUDIO SU NATURE COMMUNICATIONS, L’ESPERIMENTO ANCORA IN CORSO
172

Così si può stimare l’ossigeno prodotto dalle stelle

Un gruppo di ricercatori della University of Connecticut (Usa) ha messo in piedi un metodo sperimentale nuovo per cercare di comprendere la reazione di conversione di carbonio in ossigeno durante l’evoluzione stellare, una reazione chiave per comprendere come evolvono le stelle massicce che esploderanno in supernove

CON UN PENSIERO DI MARCO TAVANI, PRESIDENTE INAF
238

In ricordo di Nanni

Cinque anni fa – il 24 maggio 2017 – ci lasciava Giovanni Bignami, grande astrofisico e grande maestro. Lo ricorda Patrizia Caraveo in un articolo pubblicato nel numero di maggio della rivista Cosmo. Con l’autorizzazione dell’autrice e della rivista stessa, che ringraziamo, ne riproponiamo oggi un ampio estratto su Media Inaf

CON UN COMMENTO DI FABIO FINELLI (INAF)
179

Nel “mondo a specchio” la tensione su H0 si allenta

Una nuova intuizione su alcune proprietà cosmologiche dell’universo ha ispirato una soluzione in grado di spiegare la controversia fra previsioni teoriche e misurazioni osservative della costante di Hubble, il valore dell’espansione attuale dell’universo. I risultati su Physical Review Letters

ANALIZZATA LA STRUTTURA FILAMENTOSA DELL’EMISSIONE DELL’IDROGENO ATOMICO
230

Nella Via Lattea, gas frizzante come spumante

Un team di astronomi guidato da Juan Diego Soler dell’Inaf ha trovato l’impronta di bolle prodotte dall’esplosione di stelle di grande massa nella struttura del gas che pervade la Via Lattea. La scoperta è stata ottenuta applicando tecniche di intelligenza artificiale ai dati della campagna osservativa Hi4Pi, che fornisce la mappa ad oggi più dettagliata della distribuzione dell’idrogeno atomico nella nostra galassia

IN CORSO DI ANALISI ANCHE LE OSSERVAZIONI EHT DEL 2018, 2021 E 2022
639

Buchi neri di ieri, oggi e domani

Dalle prime simulazioni al sogno di un’immagine fino alla realtà, ripercorriamo alcune tappe della storia recente che ha portato alla realizzazione della prima immagine di Sagittarius A*, il buco nero supermassiccio al centro della Via Lattea. Con una panoramica dei risultati attesi nel prossimo futuro e delle nuove campagne osservative dell’Event Horizon Telescope

PIANETI O NANE BRUNE?
251

Oggetti planetari attorno a una futura supernova

Un gruppo di ricercatori guidati dall’Inaf ha scoperto una coppia di oggetti simili a Giove attorno alla stella massiccia Mu2 Scorpii, facilmente visibile a occhio nudo, condannata a esplodere in supernova tra circa una decina di milioni di anni. I risultati delle osservazioni vengono illustrati in un articolo su Astronomy & Astrophysics

UNA RISERVA POTENZIALMENTE UTILE PER GLI ASTRONAUTI
358

Massicce riserve di ghiaccio nel sottosuolo lunare

Sotto la superficie della Luna, probabilmente vicino ai poli, ci sarebbe un’enorme riserva di ghiaccio originato dalla condensazione del vapore acqueo emesso dalle eruzioni vulcaniche che caratterizzavano il nostro satellite alcuni miliardi di anni fa. Gli autori stimano che circa 18 milioni di miliardi di chili di acqua vulcanica potrebbero essersi condensati durante quel periodo. Tutti i dettagli su PsJ