VLBI

Le reti VLBI (Very Long Baseline Interferometry) permettono di realizzare osservazioni interferometriche di una sorgente celeste utilizzando radiotelescopi distribuiti sulla superficie terrestre e non collegati fisicamente tra loro. I segnali radio registrati alle singole antenne sono sincronizzati attraverso orologi atomici con un precisione di un secondo in 100 milioni di anni. Tali dati vengono trasmessi a un centro dove ha sede un super-calcolatore dedicato, che effettua in un secondo tempo la correlazione di tutti i segnali estraendo il dato interferometrico. Vengono in tal modo prodotte immagini con altissima risoluzione angolare, corrispondente alla distanza massima tra le antenne coinvolte. Da alcuni anni si sta sperimentando con successo il collegamento delle antenne tramite fibra ottica ad altissima velocità (da 0.5 a 1 Gb/s, e oltre), in modo da trasferire i dati in tempo reale e permettere quindi di ottenere immediatamente i risultati scientifici. Le antenne da 32m di Medicina e Noto (e in futuro SRT) fanno parte della rete astronomica europea EVN (European VLBI Network), del consorzio JIVE (Joint Institute for Very Long Baseline Interferometry in Europe) e della rete geodetica IVS (International VLBI Service for Geodesy and Astrometry).

Link suggeriti:

The European VLBI Network
Joint Institute for VLBI in Europe
International VLBI Service for Geodesy and Astrometry

Articoli relativi a VLBI:

  1. Lampi radio, il mistero continua [20/09/2016]
  2. Getti gemelli dal cuore di una galassia attiva [15/09/2016]
  3. Il getto radio del buco nero cannibale [06/07/2016]
  4. Chi ha sparato il neutrino cosmico? [29/04/2016]
  5. Salto di qualità nella rete VLBI geodetica [11/03/2016]
  6. BL Lacertae come mai l’avevate vista [26/01/2016]
  7. Quattro anni di RadioAstron [21/07/2015]
  8. Quel secondo di troppo [29/06/2015]
  9. La vita ‘in diretta’ di una giovane stella [02/04/2015]
  10. Il VLBI all’orizzonte (degli eventi) [06/03/2015]
  11. JIVE entra nell’ERIC [12/12/2014]
  12. Tempesta di fulmini dal cuore del buco nero [06/11/2014]
  13. Ai confini del buco nero centrale [14/10/2014]
  14. La nova che non ti aspetti [08/10/2014]
  15. A Cagliari parla la radio interferometria [03/10/2014]
  16. Quei buchi neri vicini vicini [25/06/2014]
  17. Dinamo nere [04/06/2014]
  18. Posa della prima antenna per MeerKAT [28/03/2014]
  19. SRT è pronto per il gioco di squadra [29/01/2014]
  20. La chiave stellare [28/01/2014]
  21. I personal trainer delle galassie [06/09/2013]
  22. Prima luce per SRT [09/08/2012]
  23. Il nitido cuore di un quasar [18/07/2012]
  24. La deriva dei radiotelescopi [12/06/2012]
  25. Due continenti per SKA [25/05/2012]
  26. Riprende vita l’antenna di Noto [31/01/2012]
  27. La radioastronomia europea accelera [09/01/2012]
  28. Prima luce per RadioAstron [12/12/2011]
  29. RadioAstron, è in volo il gigante radio [18/07/2011]
  30. RadioAstron muove per Baikonur [23/06/2011]
  31. Il divora-segnali [08/03/2011]
  32. Nel cuore violento di una galassia [02/03/2011]
  33. Arrivano i soccorsi per Noto [16/02/2011]
  34. Il mondo a caccia di “ET” [04/11/2010]
  35. Dalla radioastronomia ai cellulari [15/07/2010]
  36. M87 fa scintille [16/02/2010]