AL VIA L'OTTAVA EDIZIONE

Arte e scienza in piazza a Bologna

Si è aperta sabato 19 febbraio l'edizione 2013 di Arte e Scienza in Piazza a Bologna, la manifestazione che vuole portare la cultura scientifica a braccetto con l'arte nei palazzi del centro storico della città. Numerose le iniziative targate INAF.

Dal 19.01.2013 al 10.02.2013

artescienza2013Appuntamento a Bologna dal 19 gennaio al 10 febbraio con le energie che muovono il mondo: questo il filo conduttore scelto per l’edizione 2013 di ARTE E SCIENZA IN PIAZZA, manifestazione di diffusione della cultura scientifica organizzata dalla Fondazione Marino Golinelli in collaborazione con il Comune di Bologna. Nel ricco calendario sono previsti oltre 100 eventi tra mostre, spettacoli, incontri con personalità del panorama scientifico e culturale, proiezioni, concerti, giochi in piazza e laboratori creativi.

Cuore della kermesse sarà la mostra di arte e scienza Benzine. Le energie della tua mente, allestita a Palazzo Re Enzo. Nei sette ambienti espositivi, ognuno dedicato ad una forma di “energia” (l’arte, le idee, la creatività, gli altri, il nuovo, il saper imparare, la passione), le intuizioni di alcuni grandi artisti contemporanei saranno messe a confronto con le attuali scoperte della scienza, esemplificate da una serie di exhibit scientifici. Dopo l’appuntamento bolognese, la mostra si trasferirà alla Triennale di Milano dal 19 febbraio al 24 marzo.

Tra gli eventi speciali ne segnaliamo due legati al cinema. In collaborazione con il Future Film Festival mercoledì 23 gennaio, alle ore 20 al cinema Arlecchino, anteprima nazionale del Pinocchio di Enzo D’Alò, tratto dal libro illustrato di Lorenzo Mattotti e musicato e doppiato da Lucio Dalla. Sabato 26 gennaio, ore 15 nella Sala Grigia di Palazzo Re Enzo, presentazione di Imagine Science Film Festival, il primo festival del film scientifico fondato da scienziati, che ogni anno si svolge a New York e che ha l’obiettivo di  promuovere e vivacizzare  il dialogo tra scienziati, artisti e film-makers.

Come nelle passate edizioni, nutrita presenza dell’INAF e dell’astronomia bolognese. In particolare l’INAF-Osservatorio Astronomico di Scienza_in_piazza3Bologna, in collaborazione con l’INAF-Osservatorio Astronomico di Teramo e l’Associazione Sofos, propone un percorso dedicato alla conoscenza de Il Sole: la fonte della nostra energia. I visitatori saranno accompagnati in un viaggio affascinante all’interno della nostra stella, alla scoperta dei meccanismi che regolano l’attività solare e che sono alla base della produzione dell’energia che sostiene la vita sulla Terra. “Grazie a proiezioni immersive ci immergeremo nelle profondità delle stelle, giocheremo con la luce del Sole tramite vari esperimenti, vedremo come evolvono le stelle e ne cattureremo l’energia”, racconta Sandro Bardelli. La Piazza coperta di Salaborsa ospiterà poi il planetario, “che ci accompagnerà in un safari nella nostra galassia alla scoperta delle enormi energie che si sprigionano al suo interno”, promette Antonio De Blasi.

Oltre alle postazioni/laboratori  attivi con continuità per tutto il periodo, l’INAF propone o partecipa a una serie di appuntamenti specifici:

  • Si comincia il 19 gennaio, ore 11, con il gioco/spettacolo Mi scappano i neutrini, dove i ragazzi saranno chiamati a impersonare le particelle coinvolte nelle reazioni nucleari all’interno del Sole;
  •  il 27 gennaio, ore 18, seguiremo le avventure di Joe il fotone con lo spettacolo musicale Il viaggio di Joe il Fotone. Una storia blues messo in scena dalla big band formata da 13 astronomi precari;
  • domenica 3 febbraio, ore 18, Parole di scienza in musica, uno spettacolo impostato sulla formula del reading musicale in cui alcune letture sono accompagnate da basi musicali originali eseguite dal vivo;
  • per gli appassionanti della scienza e del gioco del calcio, il 9 febbraio, ore 10:30 i ragazzi dai 7 ai 12 anni potranno sperimentare le leggi della fisica con l’aiuto di alcuni giocatori di Serie A durante l’incontro La fisica del pallone. Rigori e parate impossibili eseguite dai giocatori e commentate in diretta dal giornalista televisivo Alberto Bortolotti.

Ricordiamo infine una serie di incontri con i ricercatori:

  • domenica 27 gennaio, ore 15, L’Universo Oscuro con Stefano Ragazzi, direttore dei Laboratori INFN del Gran Sasso, Luca Valenziano dell’INAF-Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Bologna e Antonio Zoccoli dell’Università di Bologna.
  • giovedì 31 gennaio, ore 18, Francesco Ferraro (Università di Bologna) e Flavio Fusi Pecci (INAF-Osservatorio di Bologna) si siederanno sul divano della scienza per parlare di Il Sole: una bomba nucleare?;
  • domenica 10 febbraio, ore 11, due Show Case della ricerca dedicati a Energia e Universo:  Gloria, uno strumento per lo studio dei fenomeni più energetici dell’Universo con Luciano Nicastro (INAF-Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Bologna) e Energie prodotte dai buchi neri con Massimo Cappi e Mauro Dadina (INAF-Istituto di Astrofisica Spaziale e Fisica Cosmica di Bologna).

Per maggiori informazioni:

Il nostro servizio sull’inaugurazione e sulla partecipazione INAF: