LO STUDIO SU NATURE

La sorprendente danza stellare di MACS2129-1

Una galassia lontanissima, a 10 miliardi di anni luce da noi, che appare priva di zone dove si stanno formando nuove stelle, ma le cui stelle sorprendentemente sono disposte in un disco in rapida rotazione, proprio come la Via Lattea. A scoprire MACS2129-1, che mette in crisi le più accreditate teorie sulla formazione e l'evoluzione delle galassie, è stato un team internazionale di ricercatori di cui fanno parte Anna Gallazzi e Stefano Zibetti dell’Inaf   Leggi tutto »

PLATO: DAL PROGETTO ALLA COSTRUZIONE

Via libera al cacciatore europeo di esopianeti

La superficie di un pianeta extrasolare, nel rendering di un artista. Crediti: IAU / L. Calçada.

La missione PLAnetary Transit and Oscillations of stars è stata adottata ufficialmente nel programma scientifico dell’Agenzia Spaziale Europea, e passa quindi dalla fase progettuale a quella definitiva della sua realizzazione. Plato vede in prima linea l’Italia grazie all’Agenzia Spaziale Italiana e al contributo scientifico e tecnologico dell’Istituto nazionale di astrofisica   Leggi tutto »

SCOPERTA LA NEBULOSA RADIO G283.1-0.59

La pulsar con la bolla intorno

Identificata una curiosa struttura a bolla associata alla pulsar PSR J1015-5719. Si tratta molto probabilmente di una Pulsar Wind Nebula. Il commento di Rino Bandiera, ricercatore Inaf presso l'Osservatorio astrofisico di Arcetri, fra i firmatari dell’articolo   Leggi tutto »

COSÌ SI FORMANO LE NANE BRUNE

Compagne che svelano

Mettendo a confronto stelle con e senza pianeti gassosi da una parte e, dall’altra, 53 sistemi binari con stelle compagne di nane brune, Jesus Maldonado dell’Inaf di Palermo ed Eva Villaver di Madrid suggeriscono che, dalla massa di quest’ultime, si possa risalire al loro processo di formazione   Leggi tutto »

FORZA MAGNETICA PER RIPULIRE LO SPAZIO

Spazzino magnetico per rifiuti spaziali

Nel prossimo futuro i detriti spaziali potrebbero essere ripuliti da "spazzini" magnetici. L'intuizione è di Emilien Fabacher, ricercatore dell’Istituto Superiore dell’Aeronautica e dello Spazio e dell’Università di Tolosa, che ha potuto contare per sviluppare la sua idea sulla Networking/partnering Initiative dell’Agenzia Spaziale Europea   Leggi tutto »

L'ACCORDO SIGLATO OGGI

L’Italia sale a bordo del satellite Ixpe

La missione scruterà l’universo per misurare per la prima volta la polarizzazione delle sorgenti cosmiche che emettono raggi X. Cuore del satellite saranno i tre Gas pixel detectors, innovativi rivelatori ideati dall'Inaf e dall'Infn. Paolo Soffitta (Inaf): «questa tecnica promette di fornire tantissime nuove informazioni sui meccanismi di emissione, la geometria degli oggetti compatti e la configurazione dei campi magnetici nei siti delle sorgenti X celesti»   Leggi tutto »