SABATO 8 LUGLIO ALL’OSSERVATORIO INAF DI ROMA

Dancing Universe: la danza dell’universo

Se non avete ancora programmi per questo sabato vi segnaliamo un appuntamento da non perdere, se ne avete cancellateli, e andate all'Osservatorio di Roma a Monte Porzio Catone, per vedere come danza l’universo: un viaggio attraverso la scienza, la musica, la danza, la pittura e la parola, per comprendere meglio noi stessi e il cosmo che ci circonda

08.07.2017, ore 21:00

La locandina dello spettacolo “Dancing Universe” di Angela Bongiorno, Marcella Di Criscienzo e Silvia Piranomonte, tre scienziate dell’Inaf di Roma

Dancing Universe è un viaggio nei sentimenti dell’universo attraverso la scienza, la musica, la danza, la pittura e la parola. Uno spettacolo nel quale sul palco si alternano una ballerina, un pianista, un narratore e le voci di tre scienziate impegnate ogni giorno a ricercare di sé e dell’universo che le circonda.

La ballerina, danzando sulle note del pianista intraprende un viaggio che, a partire dalla sua stanza, la porterà a scoprire la sua storia, il suo talento e la sua energia. In un’amalgama speciale di sensazioni, la scienza dei corpi celesti le svelerà quanto quei punti in cielo siano tanto simili al suo sentire. I pianeti extrasolari le mostreranno la sua storia, rivivrà la sensazione di casa e comprenderà il suo inizio. Viaggerà nel cosmo e le galassie danzanti narreranno l’incontro di lei con il suo alter ego e la fusione di se stessa con la sua passione. Completata dall’incontro, dalla nascita di quella nuova entità, tornerà matura nella sua stanza. Tutto le apparirà identico all’inizio, eppure l’eco delle onde gravitazionali generate dalla sua nuova nascita daranno al pianista quel quid, quel qualcosa di essenziale, per suonare una musica nuova e faranno scattare qualcosa di nuovo in lei, rendendola uguale ma al contempo diversa.

«La ricerca scientifica è spesso vista come una cosa astratta, incomprensibile e distante. Noi abbiamo provato ad avvicinarla in una maniera diversa dal solito. Abbiamo provato a renderla umana, istintiva e suggestiva», dice lo scrittore Roberto Bragalone, sceneggiatore e voce narrante dello spettacolo.

Gli interventi di carattere scientifico saranno quelli di Angela Bongiorno, che parlerà delle galassie, di Marcella Di Criscienzo, con un contributo sugli espianti, e di Silvia Piranomonte, che racconterà le onde gravitazionali. Le tre scienziate, tutte dell’Inaf di Roma, sono le autrici dello spettacolo, quelle che lo hanno fortemente voluto e sono riuscite a renderlo reale.

«È incredibilmente emozionante poter comprendere quanto la danza dei corpi celesti possa essere accostata, seppure con un azzardo temporale, all’evoluzione emotiva dell’essere umano: un movimento variabile, ma continuo. Danziamo nell’universo e, attraverso il suo costante modificarsi, cerchiamo le nostre verità sempre rinnovati, sotto il rassicurante fluire del cielo» dice la ballerina Francesca Schipani, protagonista di questa danza dell’universo.

Le musiche che accompagneranno lo spettacolo saranno eseguite dal maestro Arturo Stalteri al pianoforte. Ulteriori suggestioni artistiche saranno presenti sul palco grazie alla body painter Maria Cristina Recupero e ai video curati da Elisa Nichelli, che ha fornito anche la sua consulenza per i testi scientifici. A seguire sarà possibile fare osservazioni con telescopi dei corpi celesti visibili.

Insomma, sabato tutti a Monte Porzio, per vedere come danza l’universo, fuori e dentro di noi. Per prenotazioni e informazioni consultate il sito dedicato.