LAVORI IN CORSO AL KENNEDY SPACE CENTER DELLA NASA

Bilanciando Perseverance

A 13 settimane dalla finestra di lancio della missione Mars 2020 della Nasa, al Kennedy Space Center è stato completato un test fondamentale sulle proprietà di massa di Perseverance. Per bilanciare il rover, sono stati aggiunti 6.27 chilogrammi al suo telaio e il baricentro si trova ora entro 0.025 millimetri dal punto esatto previsto dai progettisti della missione. Il suo peso complessivo è di 1025 chilogrammi

     23/04/2020
Social buttons need cookies

Questa immagine del rover Perseverance è stata scattata al Kennedy Space Center della Nasa il 7 aprile 2020, durante una prova delle proprietà di massa del veicolo. Il rover è stato ruotato in senso orario e antiorario su una tavola rotante per determinarne il baricentro. Nell’immagine, il nome del progetto “Mars 2020” e il nome del rover “Perseverance” sono visibili sulle targhette che sono state attaccate al braccio robotico del rover. Crediti: Nasa/Jpl-Caltech

A 13 settimane dall’ingresso nella finestra di lancio della missione Mars 2020 della Nasa, continuano i preparativi (ormai siamo a quelli finali) del rover Perseverance, al Kennedy Space Center, in Florida. L’8 aprile, il team che si occupa dell’assemblaggio, dei test e del lancio ha completato un test cruciale sulle proprietà di massa del rover. Questo genere di misure di precisione è fondamentale per la missione perché aiuta a garantire che il satellite affronti nel migliore dei modi il suo lungo viaggio verso il Pianeta Rosso, dal lancio fino alla discesa e all’atterraggio (o meglio, ammartaggio).

Il meticoloso processo di tre giorni è iniziato il 6 aprile, quando Perseverance è stato portato sul dispositivo di turnover, tramite il quale il team ha lentamente ruotato il rover attorno al suo asse x – una linea immaginaria che attraversa il rover lungo la sua lunghezza – per determinare il suo centro di gravità (il punto nel quale il peso è uniformemente distribuito su tutti i lati) rispetto a quell’asse.

Il team ha poi spostato il rover su un tavolo rotante. Per ridurre al minimo l’attrito che potrebbe influire sull’accuratezza dei risultati, la superficie del tavolo si trova su un cuscinetto d’aria sferico che levita su un sottile strato di azoto gassoso. Per determinare il baricentro rispetto all’asse z (che si estende dalla parte inferiore alla parte superiore del rover) e all’asse y (dal lato sinistro a quello destro del rover), il team ha lentamente ruotato il veicolo avanti e indietro, calcolando lo squilibrio nella sua distribuzione di massa.

Proprio come un meccanico si occupa del bilanciamento degli pneumatici, per distribuire correttamente il peso, installando piccoli pesi sul cerchio in modo che la ruota giri regolarmente senza fastidiose vibrazioni, il team di Perseverance ha analizzato i dati raccolti in questi test e alla fine ha aggiunto 6.27 chilogrammi al telaio del rover. Ora il baricentro del rover si trova entro 0.025 millimetri dal punto esatto previsto dai progettisti della missione. In totale, Perseverance pesa circa 1025 chilogrammi.

Perseverance andrà alla ricerca di tracce di vita microbica passata, caratterizzerà il clima e la geologia del pianeta, raccoglierà campioni che in futuro verranno riportati sulla Terra e aprirà la strada all’esplorazione umana del Pianeta rosso. Non importa in quale giorno verrà lanciato, nella finestra di lancio che va dal 17 luglio al 5 agosto 2020: in ogni caso si poserà sul suolo marziano, all’interno del cratere Jezero, il 18 febbraio 2021. E noi non vediamo l’ora.

Guarda il video della Nasa del test del centro di gravità di Perseverance: