IMMAGINI DAL SISTEMA SOLARE

Vesta? Guardalo in 3d!

Un bellissimo filmato 3d dell'asteroide Vesta, realizzato dalla missione NASA Dawn. Indossa gli occhialini e inizia l'esplorazione!

Ammettiamolo. Le immagini spaziali saranno anche belle e affascinanti, ma il sogno segreto di tutti gli amanti dello spazio è scoprire nuovi mondi con i propri occhi. Oggi, a darci questa possibilità sono le nuove tecnologie 3d utilizzate dalle missioni spaziali.

In particolare, la missione della NASA Dawn, nel suo anno di permanenza intorno all’asteroide Vesta iniziato a luglio 2011, sta già producendo riprese 3d mozzafiato, montate nel video di questa settimana. Protagonista del filmato è Vesta, il grande asteroide della fascia principale tra Marte e Giove, primo obiettivo della sonda Dawn. Il video presentato (che richiede gli occhiali rossi e blu per il 3d per una migliore visione), è stato realizzato utilizzando le immagini della Framing Camera scattate da luglio ad agosto 2011. In quei mesi, Dawn era in una fase di approccio a Vesta, nella sua prima orbita chiamata “survey orbit”, ad una altitudine dall’asteroide di 2,700 chilometri.


Un filmato 3d dell’asteroide Vesta creato dai dati della missione Dawn. Missione: Dawn. Crediti: NASA/ JPL-Caltech/ UCLA/ MPS/ DLR/ IDA

Il video inizia con un ritratto a figura intera dell’asteroide, ripreso sul piano equatoriale. In questa prima inquadratura sono chiaramente visibili le misteriose linee che corrono lungo l’equatore dell’asteroide, create da creste e montagne allineate. Nella seconda parte del video è visibile la zona dell’emisfero nord dell’asteroide chiamata dai ricercatori “pupazzo di neve” a causa della disposizione dei crateri presenti in questa area. Infine, il filmato compie un sorvolo della montagna che svetta ad una altezza di 25 km sul polo sud di Vesta (leggi qui un articolo).

Una cosa è sicura, di Dawn sentiremo parlare di nuovo molto presto. Nei mesi successivi alla realizzazione di questo filmato, Dawn si è avvicinata sempre di più al suo target, raccogliendo immagini e dati di interesse crescente. Anche grazie allo strumento italiano a bordo, lo spettrometro VIR (segui il link per saperne di più), Dawn aggiungerà presto dei pezzi fondamentali del puzzle, come la composizione chimica dell’asteroide, la struttura del suo interno e la storia geologica di questo corpo, in modo da permettere ai ricercatori di scrivere la storia completa di questo protopianeta e del suo posto nella storia della formazione del sistema solare.

La rubrica “Immagini dal Sistema Solareè a cura della Southern Europe Regional Planetary Imaging Facility (SRPIF), la Fototeca NASA ospitata presso gli Istituti INAF IASF e IFSI di Roma, con la collaborazione dello Space Photography Laboratory (SPL), la Fototeca dell’Università dell’Arizona.