OSSERVATO CON MEERKAT, RETE DI 64 RADIOTELESCOPI COSTRUITA IN SUDAFRICA

L’idrogeno freddo come non si è mai visto

Una serie di osservazioni con il telescopio MeerKat ha portato alla pubblicazione dell’immagine più dettagliata e sensibile mai ottenuta della distribuzione di gas idrogeno freddo nel gruppo di galassie che orbitano intorno alla gigantesca galassia Fornax A. Dane Kleiner, l’autore dello “scatto”, fa parte di un team condotto da Paolo Serra dell’Inaf di Cagliari

     05/02/2021
Social buttons need cookies

In questa gif animata è possibile vedere la differenza tra un’immagine ottica e le sovrapposizioni delle osservazioni di idrogeno freddo osservato con MeerKat in onde radio (in blu) e quello caldo osservato con il Vst (in rosa). Crediti: Dane Kleiner/Inaf Cagliari

Continuano a stupire le immagini prodotte dalla rete di telescopi MeerKat, in Sudafrica. A condurre uno dei progetti di punta – chiamato “MeerKat Fornax Survey” – di questo avveniristico telescopio è il ricercatore Paolo Serra, dell’Inaf di Cagliari. In un nuovo studio in uscita su Astronomy & Astrophysics – che ha come primo autore l’australiano Dane Kleiner, anch’egli all’Inaf di Cagliari e membro del team guidato da Serra – viene presentata la più dettagliata e sensibile immagine mai ottenuta della distribuzione di gas idrogeno freddo (il materiale di base per la formazione di nuove stelle ) nel gruppo di galassie che orbitano intorno alla gigantesca galassia Fornax A. Le osservazioni hanno indotto il team a ipotizzare che questo gruppo di galassie si trovi in fase di caduta verso l’ammasso di galassie Fornax per via della forte attrazione gravitazionale.

L’immagine di Kleiner che vedete qui sopra rivela diversi stadi evolutivi delle galassie del gruppo: si va da galassie con cospicui ed estesi dischi di gas freddo, ad altre in cui le regioni esterne del disco gassoso sono perturbate da interazioni (sia con altre galassie, sia con il gas caldo che riempie lo spazio tra di esse) ad altre ancora in cui il disco gassoso è ormai ridotto ai minimi termini e confinato alle regioni galattiche più interne.

Danel Kleiner, primo autore dello studio, mentre pratica paracadutismo nei cieli di Serdiana, tra l’Osservatorio astronomico dell’Inaf di Cagliari e il Sardinia Radio Telescope. Crediti: Dane Kleiner

Questa osservazione mostra come l’evoluzione delle galassie verso una progressiva diminuzione delle loro riserve di gas freddo, tipica delle regioni centrali degli ammassi di galassie, inizi già nei gruppi che si trovano alla periferia degli ammassi stessi. Le interazioni che causano la perdita di gas freddo sono rese evidenti dalla scoperta di filamenti e nuvole isolate di gas freddo nello spazio tra le galassie del gruppo, gas che un tempo risiedeva all’interno di quelle stesse galassie e che in qualche modo hanno perso.

Inaspettatamente, questi filamenti e nuvole di gas freddo coesistono con altrettanto spettacolari filamenti e nuvole di gas caldo, visibile anche con i telescopi ottici. Non è ancora chiaro in che modo e quanto a lungo possa durare la convivenza tra queste diverse componenti gassose nello spazio intergalattico.

MeerKat è una rete di 64 telescopi costruita in Sudafrica come precursore del più grande progetto di radioastronomia al mondo, lo Square Kilometre Array (Ska), del quale proprio ieri, 4 febbraio 2021, è stata inaugurata l’organizzazione intergovernativa: Skao, l’Osservatorio Ska.

Per saperne di più:

  • Leggi il preprint dell’articolo in uscita su Astronomy & AstrophysicsA MeerKAT view of pre-processing in the Fornax A group”, di D. Kleiner, P. Serra, F. M. Maccagni, A. Venhola, K. Morokuma-Matsui, R. Peletier, E. Iodice, M. A. Raj, W. J. G. de Blok, A. Comrie, G. I. G. Józsa, P. Kamphuis, A. Loni, S. I. Loubser, D. Cs. Molnár, M. Ramatsoku, A. Sivitilli, O. Smirnov, K. Thorat e F. Vitello

Correzione del 5.2.2021: l’immagine non è la più dettagliata e sensibile mai ottenuta della distribuzione di gas idrogeno freddo intergalattico in generale, come scritto in una prima versione, ma solo relativamente al gruppo di galassie che orbitano intorno alla gigantesca galassia Fornax A. Inoltre, il gruppo di galassie non si trova in fase di caduta verso la galassia madre, bensì verso l’ammasso di galassie Fornax.