CON LEONARDO PETRUCCI E LIVIA GIACOMINI

Where is Dawn #3

Sabato 7 maggio, a Roma, presso i locali dell’ex Pastificio Cerere, si festeggia l’omonimo pianeta nano con un laboratorio didattico per bambini e l’inaugurazione di un’installazione tra arte e scienza. Un evento nell’ambito di Open House Roma 2016, in collaborazione con l’INAF IAPS

07.05.2016

"Where is Dawn now" presso il Pastificio Cerere. Crediti Leonardo Petrucci

“Where is Dawn now” presso il Pastificio Cerere. Crediti Leonardo Petrucci

Dove si trova Dawn in questo momento? Certamente in orbita intorno al pianeta nano Cerere. Ma anche al centro di Roma, presso l’Ex Pastificio Cerere, in via degli Ausoni 7 a Roma. Come protagonista indiscusso del progetto Where is Dawn now?“, iniziato da circa un anno, che arriva in questi giorni alla sua terza e ultima tappa.

Sabato prossimo, 7 maggio 2016 verrà presentata al pubblico l’installazione dell’ultimo mapping fotografico di Cerere, con le immagini ad alta risoluzione scattate dalla sonda Dawn nelle sue ultime orbite ed esposte nel corso dell’ultimo anno nella corte del Pastificio omonimo. Il progetto, ospitato dalla Fondazione Pastificio Cerere, è ideato dall’artista Leonardo Petrucci e realizzato in collaborazione con l’INAF IAPS di Roma, l’ASI e la NASA. Per soddisfare la voglia di scienza dei più piccoli, si terrà nel pomeriggio anche un incontro didattico sul Sistema Solare, un vero e proprio viaggio guidato tra pianeti, lune, asteroidi e comete, realizzato con il monitor sferico “Pianeti in una stanza”, grazie alla collaborazione dell’INAF-IAPS e dell’associazione culturale Speak Science.

Ma l’inaugurazione sarà anche un momento per tentare nuove forme di collaborazione tra arte e scienza. In serata, a partire dalle 18:00, verrà presentato all’interno dello studio dell’artista il progetto “The New Dawn of the Solar System”, che vede Petrucci coinvolto in collaborazione con l’astrofisica Livia Giacomini. L’opera, realizzata a quattro mani, si presenta come un dispositivo che consentirà di mappare i pianeti immaginari di un ipotetico nuovo sistema solare grazie a delle proiezioni sferiche. Le superfici dei nuovi corpi saranno realizzate grazie alla digitalizzazione di opere d’arte di molti artisti che operano attivamente all’interno del palazzo dell’Ex Pastificio Cerere. Verrà a crearsi così, per un’unica serata, un modello planetario del tutto nuovo e sorprendente, formato da textures, materiali e visioni nuove e artistiche, tutte ruotanti intorno al pianeta Cerere, stella di questo nuovo, strano sistema planetario.

«Il progetto “The New Dawn of the Solar System” dovrà essere letto come un’estensione dei confini geografici di un mondo artistico», spiega Petrucci. «Un mondo che è nato e si è sviluppato all’interno di un palazzo nel cuore di San Lorenzo, ma che fa parte di un sistema molto più ampio, grazie al quale la stessa arte si muove proprio come si muovono i corpi celesti di un nuovo sistema solare».

L’inaugurazione sarà parte dell’iniziativa Open House Roma 2016, evento annuale dedicato all’architettura che in un solo weekend consente l’apertura diffusa di centinaia di edifici della Capitale. Per l’occasione, gli spazi della Fondazione saranno anche aperti con la personale di Marco Tirelli.

Programma delle iniziative:

  • Sabato 7 maggio, ore 16:00-17:30: Laboratorio Didattico “Pianeti in una stanza” rivolto ai bambini (tra i 6 e i 9 anni).
    Per informazioni e prenotazioni: info@pastificiocerere.it
  • Sabato 7 maggio, ore 18.30: Inaugurazione dell’opera “Where Is Dawn Now?#3” (visibile nel cortile del Pastificio Cerere fino al 22 luglio 2016) e dell’installazione “The New Dawn of the Solar System””

Per maggiori informazioni: http://www.pastificiocerere.it/fondazione/

Fonte: Media INAF | Scritto da Redazione Media Inaf