SECONDA EDIZIONE DI CIELO@SCUOLA

Il debutto di Gaia nella formazione

Mercoledì 29 Gennaio, inizia la seconda edizione del corso di formazione (quasi tutto on-line) per insegnati delle scuole medie superiori, realizzato dall'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e battezzato CIELO@SCUOLA

29.01.2014, ore 12:00

gaia00755897965_1632640297_nE’ al nastro di partenza “CIELO@SCUOLA: il debutto di Gaia”. Mercoledì 29 Gennaio, inizia la seconda edizione del corso di formazione (quasi tutto on-line) per insegnati delle scuole medie superiori, realizzato dall’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e battezzato CIELO@SCUOLA.

Quest’anno,visto il successo del lancio di Gaia, il corso svilupperà argomenti di cosmologia e astrometria. L’obiettivo della missione Gaia è realizzare una mappa 3D della Galassia, un censimento accurato di più di un miliardo di singoli oggetti.

L’avventura che rivoluzionerà il cielo è iniziata il 19 Dicembre quando Gaia è partita dalla rampa di lancio della base europea di Kourou in Guiana Francese. Grazie a Gaia, oltre alla posizione, si misureranno anche le caratteristiche chimico-dinamiche “individuali” delle stelle appartenenti alle varie popolazioni/strutture galattiche (durante il corso specialisti spiegheranno la diversità delle componenti di disco, alone e nucleo galattico), verificando così in dettaglio i modelli teorici di evoluzione dinamica e chimica delle galassie e, quindi, della cosmologia generatrice.

Dunque la Via Lattea diventa finalmente quel laboratorio di Cosmologia Locale in cui confrontare le previsioni in dettaglio dei modelli cosmologici, inclusi la stessa gravità e relatività generale. La seconda edizione di CIELO@SCUOLA, prende il titolo “Il Debutto di Gaia”, proprio perché svilupperà temi di cosmologia e astrometria, senza trascurare la ricerca di esopianeti che è un’altro ambizioso obbiettivo della missione. Il percorso si sviluppera in 8 lezioni on-line e una lezione presso l’osservatori di Torino e di Palermo.

Le sedi da cui si potrà seguire il corso sono per la prima volta estese a livello nazionale. Oltre ai tradizionali istituti piemontesi: Liceo Alessandro Volta e Liceo Nicolò Copernico di Torino, IIS Valluari di Fossano (CN) e il IIS Enrico Fermi di Arona (NO), si aggiungono il Liceo Saint Vincent (AO) e il Liceo S. Cannizzaro di Palermo. Anche il collegamenti con i docenti del corso sono distribuiti a livello nazionale e vedono lezioni on-line trasmesse dalle sedi dell’Istituto Nazionale di Astrofisica di Torino, Trieste, Arcetri e Palermo.

Oltre a contenuti teorici, vi saranno delle vere e proprie lezioni-laboratorio, in cui si illustreranno esperienze da svolgere in classe per spiegare agli studenti come vengono misurate le distanze in astronomia e la legge di Hubble. Il corso vede la compartecipazione dell’Università di Torino – Dipartimento di Fisica – Piano Lauree Scientifiche per quanto riguarda la metodologia e la didattica on-line.

Il progetto è stato reso possibile grazie ai finanziamenti del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca nell’ambito della legge 6/2000.

Per informazioni, il sito del progetto: CIELO@SCUOLA