APERTO IL NUOVO BANDO

Le Olimpiadi delle Comete

Conclusesi le Olimpiadi Internazionali di Astronomia di Vilnius in Lituania con un bronzo per il giovane Marco Codato, si riparte per l'avventura 2014, dedicata al passaggio della cometa ISON

23.09.2013, ore 15:00

logo-olimpiadiNon si è ancora chiusa l’eco della Medaglia di bronzo per Marco Codato (Liceo Scientifico “Ugo Morin”, Venezia), uno dei sei giovani atleti italiani che hanno partecipato alle XVIII Olimpiadi internazionali di Astronomia, tenutesi a Vilnius (Lituania) dal 6 al 14 settembre 2013, che si è aparto il bando per l’edizione 2014.

Il tema di questo anno riguarda le comete: il 28 novembre 2013 è previsto il passaggio al perielio della cometa C/2012 S1, nota come ISON, che – secondo le previsioni degli astronomi – dovrebbe essere visibile a occhio nudo. Che cosa sono le comete? Da che cosa dipende la loro luminosità? Che cosa ci dicono sulla formazione del sistema solare? E sull’origine della vita sulla Terra?

Ma a parte la cometa ISON, il 2014, anno delle prossime olimpiadi, sarà un anno nel quale sarà protagonista un’altra cometa, la Churimov-Gerasimenko, sul nucleo della quale atterrerà, prima volta nella storia, il lander Philae giuntovi a bordo della sonda dell’ESA Rosetta. Una missione a forte caratterizzazione italiana con tre strumenti a bordo della sonda, VIRTIS, GIADA e WAC, i primi due dell’INAF (IAPS – Roma e OA Capodimonte), il terzo dell’Università di Padova. Un quarto strumento, il drill (trapano) che perforerà il nucleo della cometa è stato realizzato dal Politecnico di Milano, il tutto grazie al sostegno dell’Agenzia Spaziale Italiana.

Per sapere come partecipare vai al link del bando emesso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.Astronomia_Olimpiadi

Tornando all’ultima edizione della competizione internazionale, la squadra italiana composta da Marco Codato (Liceo Scientifico “Ugo Morin”, Venezia), Marco Giunta (Liceo Scientifico “G. Galilei”, Catania) e Silvia Neri (Liceo Scientifico “L. da Vinci”, Reggio Calabria) per la categoria junior, Edoardo Altamura (Liceo Scientifico “G.Galilei”, Macerata), Giovanni Barilla (Liceo Scientifico “L. da Vinci”, Reggio Calabria) e Francescopaolo Lopez (Liceo Scientifico “A. Scacchi”, Bari) per la categoria senior, ha dovuto cimentarsi con altre 19 squadre, Armenia, Bangladesh, Bulgaria, Cina, Crimea, Repubblica Ceca, Estonia, India, Indonesia, Italia, Kazakhstan, Lituania, Mosca, Romania, Russia, Korea del Sud, Sri Lanka, Svezia, Thailandia e Ucraina, riportando, una medaglia di bronzo.

Un successo che va ad aggiungersi alle due medaglie di bronzo ottenuti in Kazakhistan e all’argento e bronzo ottenuti sia in Crimea che in Corea del Sud.