IL CIELO DI OTTOBRE

Andromeda superstar

Osservare una galassia distante milioni di anni luce ad occhio nudo? E' possibile, a patto di avere buona vista e un cielo limpido lontano dalle luci artificiali. I nostri consigli per individuare la galassia di Andromeda, le costellazioni e i pianeti in questo mese.

Se vi dicessero che solo con l’ausilio dei vostri occhi, in una notte limpida e lontani dalle luci delle città, sareste in grado di vedere un oggetto celeste distante ben 2 milioni e mezzo di anni luce ci credereste? Qualunque sia la vostra idea, provate nelle notti di ottobre a guardare nel cielo, in alto verso est, tra le costellazioni di Cassiopea, Pegaso e Andromeda, magari aiutandovi con un binocolo. Dovreste riuscire a scorgere una debole macchiolina biancastra e allungata. E’ la galassia denominata M31, meglio nota come galassia di Andromeda. La sua conformazione a spirale, la rende simile alla nostra via lattea, anche se è molto più estesa. Andromeda fa parte del cosiddetto Gruppo Locale, ovvero l’insieme di galassie tra loro legate dalla reciproca forza di attrazione gravitazionale che comprende anche la nostra. Le osservazioni di M31 hanno confermato che questa galassia si sta avvicinando a noi e recenti simulazioni, di cui si è recentemente occupato anche Media INAF, confermano che in futuro si scontrerà con la nostra Galassia, dando vita a un unico, gigantesco ammasso di stelle e gas. A scanso di equivoci, visto l’avvicinarsi della data del 21 dicembre 2012, sottolineiamo che questo evento avverrà tra quattro miliardi di anni. E forse, non segnerà nemmeno la fine del nostro Sistema solare, che sarà più probabilmente scagliato in una zona più periferica della galassia risultante dalla fusione.

Se volete trovare facilmente la galassia di Andromeda e con l’occasione dare uno sguardo a quello che sarà il cielo notturno di ottobre e alla visibilità dei principali pianeti, troverete le mappe stellari  e altre informazioni sulle osservazioni nel video qui sotto.