APERTE LE ISCRIZIONI PER LE OLIMPIADI 2011

Astronomi azzurri ai nastri di partenza

Mentre si aprono le iscrizioni per la nuova edizione delle Olimpiadi Italiane di Astronomia, dopo un duro allenamento estivo, cinque giovanissimi astronomi italiani sono in partenza per la Crimea, dove dal 16 al 24 ottobre si terranno le Olimpiadi Internazionali di Astronomia.

Hanno superato tutte le fasi di selezione, regionali e nazionali. Si sono sottoposti a un duro allenamento estivo, fra Teramo e le Canarie, per scaldare a puntino i muscoli della mente. E ora sono pronti alla sfida finale. Sono i cinque giovanissimi astronomi italiani in partenza per la Crimea, dove dal 16 al 24 ottobre si terranno le Olimpiadi Internazionali di Astronomia.

Andiamo a conoscerli. Marco Monaci, del liceo scientifico «Guglielmo Marconi» di Grosseto, e Simone Polimeni, del liceo scientifico «Leonardo da Vinci» di Reggio Calabria, sono i due candidati azzurri per la categoria senior. I tre junior, invece, sono Giovanni Barilla e Nicola Plutino, anch’essi del «Leonardo da Vinci» di Reggio Calabria, e Roberto Ribatti, del liceo scientifico «Riccardo Nuzzi» di Andria (BA). A seguirli da vicino in questa entusiasmante avventura, due accompagnatori dell’INAF, Giuseppe Cutispoto dell’Osservatorio astrofisico di Catania e Gaetano Valentini dell’Osservatorio astronomico di Teramo. Venerdì 15 ottobre sono sul volo per Mosca, per proseguire per Sinferopoli e infine, in autobus, giungere a Sudak: un importante centro culturale, sulla splendida penisola del Mar Nero, dove ha soggiornato anche Marco Polo.

Le gare vere e proprie avranno inizio lunedì 18, con le prove teoriche. E la scalata al podio sarà tutta in salita. «È una gara internazionale, ci saranno sicuramente ragazzi più preparati di noi, visto che in Italia, a differenza che in altri Paesi, l’astronomia non è una materia curricolare», osserva Marco Monaci, che a 17 anni, per quanto emozionato per la partenza, ha già idee molto chiare sulle difficoltà che lo attendono. Temutissimi, in particolare, gli studenti asiatici. «Quelli dalla Corea, per esempio: già due anni fa, a Trieste, han fatto man bassa di tutti gli ori disponibili. Ma anche cinesi e indiani non scherzano».

Ma non si sa mai: i nostri cinque campioni hanno la passione dalla loro parte, come hanno ampiamente mostrato nel corso degli stage estivi. Durante i quali si è creato fra i membri della squadra azzurra un ottimo clima, dice il presidente del Comitato organizzativo per l’Italia, Stefano Sandrelli, dell’INAF di Brera: «Si consigliano, si aiutano, discutono. Insomma, chiedono di divertirsi e di confrontarsi con una materia che piace e che continuerà a piacere in ogni caso, indipendentemente dall’esito delle olimpiadi. E questo è il vero spirito olimpico».

Intanto sono aperte le iscrizione all’edizione 2011 delle Olimpiadi Italiane di Astronomia. Se sei nato tra il 1994 e il 1997 e ti piace l’Astronomia, visita il sito www.olimpiadiastronomia.it e leggi con attenzione il Bando ufficiale delle Olimpiadi di Astronomia 2011. Partecipa componendo il tema di preselezione della tua categoria e inviacelo riempendo il Form che trovi online.

Puoi ascoltare l’intervista rilasciata da Marco Monaci poche ore prima della partenza:

[audio:http://www.media.inaf.it/audio/20101014-marco-monaci.mp3|titles=Intervista a Marco Monaci realizzata da Marco Malaspina]