LUCE VERDE PER LE OPERAZIONI DI RIFORNIMENTO

Jwst, questa volta si parte davvero

Dopo lo spauracchio di pochi giorni fa, si può tirare un sospiro di sollievo: il James Webb Telescope è davvero pronto per il volo. Completata senza sorprese la serie test per verificare la presenza di eventuali danni, la data è ora fissata per il 22 dicembre

     25/11/2021
Social buttons need cookies

Jwst nel momento dell’arrivo presso lo spazioporto europeo nella Guyana francese, sulla costa nord-orientale del Sud America. Credito: NASA/Chris Gunn

Ha fatto tremare fino all’ultimo, il James Webb Space Telescope (Jwst). Ma questa volta, per fortuna, la cosa si è risolta in pochi giorni e il telescopio è davvero pronto per il lancio. Il conto alla rovescia è stato riavviato e Jwst partirà, finalmente, il 22 dicembre alle 7:20 del mattino ora locale da Kourou, nella Guyana francese – le 13:20 qui in Italia.

La partenza è dunque solo rimandata di quattro giorni rispetto alla data inizialmente prevista, a causa di un incidente avvenuto mentre il telescopio veniva inserito nell’ogiva del veicolo di lancio, il razzo Ariane 5: un fissaggio non ha retto e ha generato una vibrazione che si è propagata all’intero telescopio.

Ieri, mercoledì 24 novembre, gli ingegneri di Jwst hanno completato una serie test per verificare eventuali danni, e la commissione di revisione delle anomalie guidata dalla Nasa ha concluso che nessun componente dell’osservatorio è stato danneggiato nell’incidente. Nella seduta sono stati passati in rassegna i requisiti per il “consent to fuel” e la Nasa ha dato l’approvazione per iniziare il rifornimento dell’osservatorio: l’operazione comincia proprio oggi, giovedì 25 novembre, e durerà circa 10 giorni.

Ci siamo quasi, quindi. L’appuntamento è fra poco meno di un mese, sperando di vedere finalmente questo spettacolare osservatorio cosmico dispiegare il proprio specchio dorato alla ricerca dei tesori nascosti, lontani e vicini, dell’universo.