MARTEDÌ 2 E MERCOLEDÌ 3 FEBBRAIO, DALLE 17 ALLE 21

Contagio. Umani contro virus

Congresso medico-scientifico in streaming per raccontare la colossale lotta dell’umanità contro le malattie infettive e promuovere la diffusione di una cultura di rispetto per gli ecosistemi. Promosso in collaborazione con la Presidenza del Consiglio del Comune di Milano e realizzato con la partecipazione dell’Istituto nazionale di astrofisica e di Nvk Architettura e Design

     28/01/2021
Social buttons need cookies

La locandina del congresso (cliccare per ingrandire)

Il 2 e il 3 febbraio 2021, dalle 17 alle 21, si svolgerà in diretta streamingContagio. Humans Agains Viruses”, un congresso multidisciplinare, promosso in collaborazione con la Presidenza del Consiglio del Comune di Milano, per raccontare e illustrare su basi scientifiche – ma con toni accessibili a tutti – l’epica storia dell’umanità contro le malattie infettive, al fine di creare una cultura diffusa della prevenzione e del rispetto degli ecosistemi e dei loro equilibri, per la rottura dei quali oggi siamo responsabili in modo più o meno consapevole.

Il congresso sarà accessibile a tutti in live streaming, su Facebook e su YouTube. Tra i relatori, Massimo Galli (responsabile del reparto malattie infettive dell’Ospedale Sacco di Milano), Fabrizio Pregliasco (direttore sanitario dell’Irccs Istituto ortopedico Galeazzi di Milano), Giovanni Pareschi (dirigente di ricerca Inaf) e Annalisa Malara, l’anestesista dell’ospedale di Codogno che per prima scoprì la presenza del Covid in Italia, infrangendo il protocollo per ottenere il tampone per il “paziente 1”, e molti altri. A condurre le due giornate saranno Ginevra Trinchieri, astronoma associata dell’Inaf presso l’Osservatorio astronomico di Brera, e Alessandro Cecchi Paone, divulgatore scientifico.

Protagonista sarà la città di Milano, che storicamente ha visto nascere i primi ospedali e i primi ricoveri destinati alla cura degli infermi, e che ospita innumerevoli eccellenze italiane del settore sanitario e della ricerca. L’obiettivo è chiarire aspetti meno noti del problema, razionalizzando le numerose informazioni ricevute dai cittadini e offrendo gli strumenti conoscitivi basati sul metodo scientifico e sulla sua rigorosa applicazione, in un’epoca caratterizzata da un’allarmante diffusione di fake news biomediche. Sulla scorta dei recenti eventi legati alla pandemia da Covid-19 verranno analizzati i temi del contagio, della propagazione delle epidemie e dei meccanismi di funzionamento degli ultimi vaccini.

In virtù dell’importante contributo dell’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf), sarà riservata una particolare attenzione all’utilizzo di nuove applicazione tecnologiche che contribuiscono alla lotta contro gli agenti patogeni. «L’Inaf, tra i suoi scopi statutari, ha anche quello di mettersi a disposizione della società civile in diversi modi, incluse l’attività di ricerca e sviluppo originata da questioni astrofisiche verso altri settori. Seguendo una richiesta dell’allora nostro presidente Nichi D’Amico», ricorda Pareschi, «abbiamo dato il nostro granello di sabbia nella lotta alla pandemia, collaborando con le nostre competenze con medici e biologi dell’Università di Milano».

Per saperne di più: