IMMAGINE DELL’ESPLOSIONE GENERATA DAL SIMULATORE 3D

Esplosioni nel sistema binario V745 Sco

Un modello 3D sviluppato all’Inaf di Palermo mostra la dinamica delle esplosioni che avvengono nel sistema binario V745 Sco a seguito dell’intenso campo gravitazionale della nana bianca che spinge via gli strati più esterni di materia della stella compagna gigante rossa

     06/08/2020
Social buttons need cookies

Nel sistema di stelle binarie V745 Sco, situato a circa 25mil anni luce dalla Terra, avvengono con frequenza del tutto irregolare violente esplosioni di cui gli astronomi sono a conoscenza già da alcune decine di anni. V745 Sco è un sistema binario composto da una gigante rossa e una nana bianca, vincolate insieme dalla forza di gravità. Le due stelle orbitano una intorno all’altra in modo molto ravvicinato e gli strati più esterni della stella gigante sono spinti via dall’intenso campo gravitazionale della nana bianca, facendo ricadere il materiale sulla superficie di quest’ultima. Man mano, il progressivo accumulo di materiale sulla stella nana puo innescare una violentissima esplosione termonucleare, causando un drastico aumento della luminosità del sistema binario che a seguito di questo evento viene denominato “nova”. Gli astronomi sono riusciti a osservare un affievolimento della luminosità di V745 Sco nel visibile di circa mille volte avvenuta nel corso di circa nove giorni, ma solo nel 2014, grazie al telescopio spaziale a raggi X Chandra della Nasa, l’esplosione è stata osservata direttamente. La svolta nella comprensione del fenomeno è stata capire che il materiale espulso dalla stella a seguito dell’esplosione si muoveva proprio nella nostra direzione.

Immagine generata dal simulatore 3-D dell’esplosione nel sistema binario V745 Sco. Crediti: Inaf-Osservatorio astronomico di Palermo/S. Orlando, Nasa/Cxc/M. Weiss

In seguito, sono stati sviluppati – da un team guidato da Salvatore Orlando dell’Inaf di Palermo – modelli 3-D ad hoc dell’esplosione per poterne spiegare in modo completo la dinamica. Nell’ultima simulazione è stato preso in considerazione un grande disco di gas freddo intorno alla linea equatoriale del sistema binario, generato da un vento di gas in movimento dalla stella gigante a seguito della spinta della gravità della stella nana.

Nell’immagine qui sopra vediamo l’esplosione simulata dal nuovo modello 3-D, e precisamente: in giallo l’onda d’urto dell’esplosione, in viola il materiale espulso, in blu il disco di materiale più freddo che risulta praticamente indenne dagli effetti dell’onda esplosiva.

Una curiosità: la straordinaria quantità di energia rilasciata durante l’esplosione ammonta a circa dieci milioni di miliardi di bombe all’idrogeno.

Per saperne di più:

Guarda su MediaInaf Tv l’intervista del 2017 a Salvatore Orlando sul modello 3D di V745 Sco: