IL CIELO DI GENNAIO 2020

Un Eschimese nel cielo invernale

La nebulosa planetaria Ngc 2392 o C 39 è solo uno degli oggetti celesti che costellano il cielo di questo mese. I consigli per osservarla insieme a costellazioni, pianeti e fenomeni visibili in Italia a gennaio

     01/01/2020
Social buttons need cookies

La nebulosa planetaria Eskimo (o Eschimese, nota anche come nebulosa Clown, o Ngc 2392). Crediti: Nasa, Esa, Andrew Fruchter (Stsci) ed Ero team (Stsci + St-Ecf)

C’è chi le dà del clown, chi dell’eschimese. Per gli astronomi, più abituati alle sigle, è Ngc 2392 o C 39. Comunque vogliate chiamarlo, lo splendido oggetto celeste che solca i nostri cieli invernali, ben alto in direzione della costellazione dei Gemelli, è una nebulosa planetaria. Le affinità con i pianeti però finiscono subito con la sua definizione. Ngc 2392, visibile già con un piccolo telescopio, infatti, altro non è che una stella simile al nostro Sole giunta alla fine del suo ciclo evolutivo. Esaurito tutto l’idrogeno nel suo nucleo, fonte principale della sua energia e luminosità, la stella si è raffreddata ed espansa, aumentando il suo raggio di centinaia di volte. I suoi strati esterni, tuttora in espansione, formano quell’arabesco dalla vaga forma antropomorfa che viene illuminato dal nucleo ancora molto caldo della stella, la cui superficie arriva a toccare diverse decine di migliaia di gradi.

Ma il cielo di gennaio ha altre interessanti sorprese per noi, nuvole permettendo ovviamente. Se siete curiosi di conoscerle, non vi resta che guardare il video qui sotto che come di consueto abbiamo preparato per voi.