SABATO 20 LUGLIO AL MAXXI DI ROMA

Una notte per la Luna… e oltre

Sabato 20 luglio appuntamento al Museo delle Arti del XXI secolo di Roma per celebrare lo storico sbarco sulla Luna del 1969 e assistere in diretta al lancio della missione "Beyond" dell’astronauta italiano dell’Esa Luca Parmitano. Sarà inaugurata la mostra "Lunar City", realizzata grazie alla collaborazione tra Agenzia spaziale italiana, Istituto nazionale di astrofisica ed Esa, con il supporto della Nasa e dell’Ambasciata americana in Italia. Chiuderà la serata lo spettacolo "Apollo 11 Reloaded", live set degli artisti Martux_m e Giulio Maresca. Insomma, una serata davvero imperdibile per celebrare i 50 anni da quella straordinaria impresa

20.07.2019, ore 18:00

L’immagine più evocativa che abbiamo sulla conquista umana della Luna. Non è la prima impronta, e non è neppure quella del primo uomo che ha calpestato quel suolo lontano, Neil Armstrong. È una delle impronte di Buzz Aldrin, “solo” secondo sulla Luna. Crediti: Nasa

Il 20 luglio l’impresa dell’Apollo 11, l’iconico “piccolo passo per l’uomo, balzo in avanti per l’umanità”, compie 50 anni. Per celebrare questo anniversario al Museo delle Arti del XXI secolo (MAXXI) di Roma sono in programma una serie di eventi promossi dall’Agenzia spaziale italiana, il MAXXI e la Regione Lazio, tra i quali vogliamo segnalare la mostra “Lunar City”, un percorso video-fotografico dietro le quinte dell’esplorazione spaziale a cura di Alessandra Bonavina, con la realizzazione grafica di Davide Coero Borga.

Ma andiamo “oltre”, è proprio il caso di dirlo. A cinquanta anni esatti dall’allunaggio l’Italia sarà infatti protagonista di un’altra missione spaziale.

L’astronauta italiano Luca Parmitano, partirà per la sua seconda missione sulla Stazione spaziale internazionale (Iss). Dopo VOLARE dell’Agenzia spaziale italiana del 2013, ecco ora BEYOND, “oltre”, missione dell’Esa durante la quale l’astronauta rivestirà – a partire dai primi di ottobre – il ruolo di comandante della Iss per la cosiddetta Expedition 61, missione di attività sulla Stazione da parte dell’equipaggio di cui è parte Parmitano.

Un selfie “spaziale”, quello dell’equipaggio della Expedition 60, che partirà il 20 luglio per la Iss e di cui fa parte il “nostro” Luca Parmitano. Crediti: GCTC-A.Shelepin

Dalla lobby del MAXXI sarà possibile assistere alla diretta del lancio di Parmitano, previsto alle 18:28 ora italiana.

Ma andiamo con ordine. Dopo il decollo della capsula Soyuz, alle 20:00 il pubblico potrà assistere all’inaugurazione della mostra “Lunar City”: fotografie e video che raccontano l’esplorazione del nostro satellite. Un’esposizione realizzata in collaborazione con l’Istituto nazionale di astrofisica e l’Esa, con il supporto della Nasa e dell’Ambasciata americana in Italia.

A conclusione della serata, alle 21:00, nella piazza del MAXXI ci sarà la proiezione del trailer del docufilm Lunar City, sempre di Alessandra Bonavina e, a seguire, il pubblico potrà assistere al live set di Martux_m e Giulio Maresca dal titolo “Apollo 11 Reloaded”, anch’esso dedicato al primo sbarco lunare.

Un frame di Martux-m e Giulio Maresca che eseguiranno un live set dal titolo “Apollo 11 Reloaded”

“Apollo 11 Reloaded” è un’orchestrazione elettronica che parte dalla celebrazione dei 50 anni della missione spaziale che per la prima volta ha permesso all’uomo di mettere piede sulla Luna, un concerto audiovisivo composto da musica e immagini di repertorio, in collaborazione con l’Agenzia spaziale italiana. Una psichedelia elettronica in un percorso musicale che descrive le varie fasi della missione Apollo 11, dalla partenza con il primo brano Lift Off, al rientro sulla terra con l’ultimo brano Return. Fra le tappe di questo viaggio, troviamo anche una reinterpretazione elettronica di due brani che più di tutti hanno interiorizzato gli anni dei primi voli spaziali: Us and them, del mitico album The dark side of the Moon dei Pink Floyd, e Space Oddity di David Bowie.

Una serata davvero imperdibile per celebrare i 50 anni da quella straordinaria impresa.

L’ingresso è libero fino a esaurimento posti in lobby, alla mostra e al live set.