EST

Il progetto EST (European Solar Telescope) prevede la realizzazione di un telescopio solare con uno specchio primario di 4.2 metri, caratterizzato da un disegno ottico e strumenti ottimizzati per misure sia spettrali che polarimetriche dal vicino ultravioletto fino al vicino infrarosso. Il progetto è promosso dalla Comunità Europea di Fisica Solare che ha dato vita a EAST (European Association for Solar Telescopes), formata da 15 paesi. La fase operativa è prevista per il 2020. La Design Phase (2008 – 2011) è stata finanziata dalla Comunità Europea nell’ambito del Programma Quadro FP7. Si prevede che le fasi successive vengano finanziate da parte dei paesi membri di EAST e possibilmente dalla Comunità Europea. EST verrà costruito nelle Isole Canarie. Le strutture dell’INAF coinvolte in EST sono: IFSI Roma, OA Arcetri, OA Catania, OA Roma, OA Trieste e TNG.

Link suggeriti:

La pagina web del progetto EST

Articoli relativi a EST:

  1. L’Europa guarda a Est [05/10/2017]
  2. Anche il Sole ha le sue macchie [11/07/2017]
  3. La riconnessione magnetica e i suoi enigmi [23/06/2017]
  4. Quelle sfuggenti onde di Alfvén [03/03/2017]
  5. Il Telescopio Solare Europeo è strategico [11/03/2016]
  6. Piccoli lampi emergono [04/06/2014]
  7. Semaforo verde per ATST [15/11/2012]
  8. Il Sole? Si studierà meglio a EST [30/06/2011]