TESORI NASCOSTI

Lo spettacolo a raggi X di Chandra

La NASA ci regala come sempre una raccolta di immagini provenienti dal ricco database Chandra Data Archive: da resti di supernove, a cluster di galassie, passando per nebulose da forme stranamente familiari

Dal Chandra Archive Collection

Dal Chandra Archive Collection

Come ogni anno, l’archivio del Chandra X-ray Observatory, disponibile gratuitamente qui, rende visibili al grande pubblico di volta in volta nuove immagini. Una collezione di galassie, cluster, resti di supernovae e stelle viste ai raggi X. Il Chandra Data Archive (CDA) è uno dei lasciti della missione lanciata dalla NASA nel 1999 e servirà sia alla comunità scientifica che al pubblico per i prossimi decenni.

Ogni ottobre negli Stati Uniti si festeggia l’American Archives Month (un’iniziativa dedicata alla valorizzazione dei patrimoni archivistici), per questo la NASA condivide con il grande pubblico una galleria delle più memorabili immagini di Chandra. Ognuna di queste sei nuove immagini include anche i dati provenienti da telescopi che coprono altre parti dello spettro elettromagnetico, come la luce visibile e quella infrarossa, da Hubble a Subaru.

Buona visione!

Il giovane ammasso Westerlund 2 a 20 mila anni luce dalla Terra. I dati in luce visibile vengono da Hubble (verde e blu), i dati a raggi X in viola vengono da Chandra. Crediti: X-ray: NASA/CXC/SAO/Sejong Univ./Hur et al; ; Optical: NASA/STScI La galassia 3C31, che si trova a 240 milioni di anni luce dalla Terra. Tramite Chandra e i raggi X gli esperti possono sondare la densità, la temperatura e la pressione di questa galassia, da tempo nota come una potente sorgente di onde radio. Crediti:  X-ray: NASA/CXC/Univ. of Bristol/M.Hardcastle et al; Optical: NASA/STSc La pulsar, PSR J1509-5850 si trova a circa 12 mila anni luce dalla Terra ed è il punto bianco brillante al centro di questa immagine. Questa pulsar ha generato una lunga coda di emissione di raggi X, come si vede nella parte inferiore della l'immagine. I raggi X rilevati dal Chandra (blu) e l'emissione radio (rosa) sono stati sovrapposti con un'immagine in luce visibile della Digitized Sky Survey. Crediti: X-ray: NASA/CXC/George Washington Univ./N.Klingler et al; Optical: DSS; Radio: CSIRO/ATNF/ATCA Questo sistema, noto come Abell 665, mostra un'onda d'urto estremamente potente. Qui, i raggi X colti da Chandra (in blu) mostrano il gas caldo nel cluster. Ai dati di Chandra sono stati aggiunti quelli sull'emissione radio (in viola) e i dati della luce visibile dalla Sloan Digital Sky Survey che mostra le galassie e le stelle (in bianco). Crediti: X-ray: NASA/CXC/Univ. of Alabama/S.Dasadia et al, Radio: NSF/NRAO/VLA, Optical: SDSS Riconoscete anche voi una forma familiare in questo cluster? Non vi sembra di vedere uno spazzolino da denti? Il fenomeno della pareidolia è uno scherzo del nostro cervello, che tende ad associare immagini del tutto casuali a forme conosciute. Questo ammasso di galassie si chiama RX J0603.3+4214 o cluster spazzolino. Le onde radio (verde) rappresentano lo spazzolino, mentre l'emissione diffusa di raggi X è stata osservata da Chandra (viola). I dati in luce visibile vengono dal telescopio Subaru e riguardano galassie e stelle (bianco). Crediti: X-ray: NASA/CXC/SAO/R. van Weeren et al; Radio: NCRA/TIFR/GMRT; Optical: NAOJ/Subaru L'oggetto conosciuto come CTB 37A è un resto di supernova che si trova nella nostra Via Lattea a circa 20 mila anni luce dalla Terra. Questa immagine mostra che il campo di detriti incandescenti (raggi X in blu e onde radio in rosa) si sta espandendo in una nuvola di raffreddamento di gas e polvere visto in luce infrarossa (arancione). Crediti: X-ray: NASA/CXC/Morehead State Univ/T.Pannuti et al; Radio: Molonglo Obs. Synthesis Tel.; Infrared: NASA/JPL-Caltech
<
>
Riconoscete anche voi una forma familiare in questo cluster? Non vi sembra di vedere uno spazzolino da denti? Il fenomeno della pareidolia è uno scherzo del nostro cervello, che tende ad associare immagini del tutto casuali a forme conosciute. Questo ammasso di galassie si chiama RX J0603.3+4214 o cluster spazzolino. Le onde radio (verde) rappresentano lo spazzolino, mentre l'emissione diffusa di raggi X è stata osservata da Chandra (viola). I dati in luce visibile vengono dal telescopio Subaru e riguardano galassie e stelle (bianco). Crediti: X-ray: NASA/CXC/SAO/R. van Weeren et al; Radio: NCRA/TIFR/GMRT; Optical: NAOJ/Subaru