CON GLI AUGURI DI ASTROSAMANTHA

And the (astro) winner is…

Si concludono a Modena le Olimpiadi Italiane di Astronomia: selezionata la squadra dei 5 ragazzi che gareggerà per l'Italia in Russia.

Sono arrivati anche dallo Spazio, gli “in bocca al lupo” ai 40 partecipanti alla finale Nazionale delle Olimpiadi Italiane di Astronomia, svoltasi nel week end e terminata oggi nella città di Modena. La gara, annunciata da un tweet dell’astronauta italiana Samantha Cristoforetti, si è svolta presso il Liceo Scientifico Statale “A. Tassoni.

Gli auguri di AstroSamantha ai partecipanti alle Olimpiadi Italiane di astronomia 2015.

Gli auguri di AstroSamantha ai partecipanti alle Olimpiadi Italiane di astronomia 2015.

I vincitori che hanno brillato alla fine di due intense giornate di gare teoriche e pratiche, sono: per la categoria Junior, Francesco Imbalzano, da Reggio Calabria (Liceo Classico Statale “T. Campanella”), Pietro Benotto, da Fossano, in Provincia di Cuneo (Liceo Scientifico e delle Scienze Applicate Statale “G. Vallauri”), Davide Messina, da Torino (Liceo Scientifico Statale “C. Cattaneo”), Vincenzo Sorrentino, da­ Taurianova, in provincia di Reggio Calabria (Istituto Comprensivo Statale “Contestabile”) e Andrea Feci, da Chiavenna, provincia di Sondrio (Liceo Scientifico Statale “L. da Vinci”). Per la sezione Senior, i vincitori sono Silvia Neri, da Reggio Calabria (Liceo Scientifico Statale “L. da Vinci”), Mariastella Cascone da Catania (Liceo Scientifico Statale “G. Galilei”), Riccardo Riolo da Reggio Calabria (Liceo Scientifico Statale “L. da Vinci”), Marco Codato da Venezia (Liceo Scientifico Statale “U. Morin”) e Marco Malandrone, da Cagliari (Liceo Scientifico Statale “Michelangelo”).

Una squadra di tutto rispetto, con ragazzi appassionati di astronomia venuti a gareggiare nella città di Modena da tutte le regioni. Tra i vincitori sono stati selezionati i magnifici 5 che costituiranno la squadra italiana nella XX-esima edizione delle International Astronomy Olympiad, che avrà luogo in autunno nella città di Kazan (Russia): Francesco Imbalzano, Pietro Benotto e Davide Messina e per la categoria junior, e Silvia Neri e Mariastella Cascone per i senior. Una squadra senior tutta femminile, a dimostrazione di come il gentil sesso si sia ottimamente difeso, malgrado una partecipazione numerica limitata delle ragazze nelle fasi di preselezione.

Una immagine della premiaizone presso il Planetario comunale di Modena “F.Martino” di Modena.

Una immagine della premiaizone presso il Planetario comunale di Modena “F.Martino” di Modena.

La cerimonia di premiazione è avvenuta nella mattinata del 20 Aprile presso il Planetario comunale di Modena “F.Martino” alla presenza di Edvige Mastantuono, Dirigente Ufficio I  Direzione Generale degli Ordinamenti Scolastici del MIUR e delle autorità locali. La celebrazione si è svolta a chiusura della Settimana Nazionale dell’Astronomia 2015, promossa dal MIUR e organizzata dalla Società Astronomica Italiana (SAIt). Durante la cerimonia sono anche stati premiati i vincitori della V edizione del premio “G.V. Schiaparelli”, un concorso rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado promosso dalla SAIt insieme all’Osservatorio Astronomico di Brera in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Ha dichiarato Flavio Fusi Pecci, Presidente del Comitato Organizzatore Nazionalein occasione della premiazione: “la finale è una cosa molto seria perchè è la fine di un ciclo. Nelle prime fasi i ragazzi vengono coinvolti per andare oltre i programmi scolastici e iniziare un percorso di interesse e curiosità che sfocerà solo nelle fasi conclusive nella sfida dell’eccellenza e della gara, per la formazione di una squadra che si confronterà a livello internazionale. E’ una sfida verso gli altri e verso se stessi. ”

La Finale Nazionale 2015 è stata organizzata dall’INAF – Istituto di Radioastronomia, in collaborazione con INAF – Osservatorio Astronomico di Bologna, Liceo Scientifico “A. Tassoni”, Civico Planetario ” F.Martino” di Modena e Agenzia Spaziale Italiana. Le Olimpiadi Italiane di Astronomia sono promosse dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione-MIUR e organizzate dalla Società Astronomica Italiana e dall’Istituto Nazionale di Astrofisica nell’ambito del protocollo di intesa MIUR-SAIt e sotto l’egida del Comitato di Coordinamento delle Olimpiadi Internazionali di Astronomia (International Astronomy Olympiad of the Euro-Asian Astronomical Society). Le Olimpiadi Italiane di Astronomia rientrano nel programma annuale delle eccellenze, un programma di promozione della cultura del merito e della qualità degli apprendimenti nel sistema scolastico del Ministero. Gli studenti vincitori delle competizioni, nazionali e internazionali vengono annualmente premiati ed inseriti nell’albo delle eccellenze.

Per saperne di più: Sito delle Olimpiadi www.olimpiadiastronomia.it