UN'ESPOSIZIONE DI ARTE E SCIENZA

A Novara va in scena “Il principio”

In principio. Dalla nascita dell’Universo all’origine dell’arte”. Si intitola così l'esposizione in programma a Novara a partire da sabato 29 novembre. L'esposizione organizzata dal Comune di Novara e del Teatro Coccia Onlus, con Codice. Idee per la cultura, si avvale della collaborazione dell'Isttuto Nazionale di Astrofisica e dell'Istituto Nazionale di Vulcanologia

29.11.2014, ore 18:00

foto mostra“In principio. Dalla nascita dell’Universo all’origine dell’arte”. Si intitola così l’esposizione in programma a Novara a partire da sabato 29 novembre. L’esposizione nasce dall’intento del Comune di Novara e del Teatro Coccia Onlus, in collaborazione con Codice. Idee per la cultura, di rilanciare l’interesse verso grandi temi scientifici e si avvale della collaborazione dell’Isttuto Nazionale di Astrofisica e dell’Istituto Nazionale di Vulcanologia.

Si tratta di un percorso che va dal principio dell’Universo, dal Big Bang all’origine dell’impulso creativo, che mette insieme  i disegni originali di Galileo Galilei e la rappresentazione del mito di Atlante nelle opere del Guercino, le teorie di Newton e il mito di Medusa.

L’obiettivo degli ideatori è quello di interrogarsi, e provare a rispondere, alle domande che l’umanità si pone da sempre, costruendo narrazioni diverse, mutevoli e affascinanti dell’idea dell’origine di tutto.

La mostra parla infatti di origini: la nascita dell’universo, la formazione della Terra e della Luna, l’origine della vita sul nostro pianeta. E poi, tra le tante specie viventi, l’arrivo della nostra con l’evoluzione di alcune “specificità” umane: il linguaggio e la parola, l’arte e il mondo simbolico.

Tutto questo in un percorso che fonde idee e rappresentazioni artistiche, miti e allegorie con il linguaggio della scienza, rigoroso e curioso insieme. Opere di Guercino, Pompeo Batoni, Leonardo Dudreville, Lucio Fontana, Alberto Burri, Giulio Paolini, Alighiero Boetti, Mimmo Paladino, Anish Kapoor, Thomas Ruff, Giuliana Cuneaz, Sabrina Torelli, Alberto Di Fabio, esposte assieme a volumi preziosi e a reperti scientifici, tra questi i disegni originali delle lune di Galileo Galilei e la prima edizione del SIdereus Nuncius, e poi Mundus Subterraneus e Turris Babel di Athanasius Kircher, i Philosophiae naturalis principia mathematica di Isaac Newton, rari esemplari di metorite, peli di mammuth, manufatti umani antichi milioni di anni, uccelli dalla livrea plasmata dall’evoluzione. E poi ancora exhibit interattivi in grado di far comprendere complicati concetti scientifici attraverso il divertimento e l’interazione.

In particolare l’INAF ha realizzato la parte relativa all’origine e evoluzione dell’Universo, presentanto un megatouchscreen interattivo, dove i visitatori potranno comprendere le varie fasi dell’evoluzione dell’Universo attraverso filmati che si avvieranno al tocco dello schermo. Un cosmorama invece permetterà a Presidente dell’INAF, Giovanni Bignami, di raccontare, in 8 minuti, dal Big Bang alla nascita della vita. Infine, grazie in particolare al contributo dell’Osservatorio Astronomico di Bologna dell’INAF e dell’Associazione Sofos, pannelli e macchine per la misurazione del peso a gravità differenti, aiuteranno i ragazzi a comprendere l’origine del sistema solare e la sua evoluzione.