UN ANNO NELLO SPAZIO

Si prepara il record sulla ISS

Nel 2015 la NASA e l'agenzia spaziale russa Roscosmos manderanno due astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale per un anno intero. La missione è frutto di decenni di preparazione, e potrà dirci molte cose sulle reazioni del corpo umano nelle condizioni spaziali

Elaborazione artistica della Stazione Spaziale Internazionale. Crediti: NASA

Elaborazione artistica della Stazione Spaziale Internazionale. Crediti: NASA

365 giorni nello spazio: la sfida è stata lanciata più di un anno fa dalla NASA e dall’agenzia spaziale russa Roscosmos, e tra poco diventerà realtà. Nella primavera del 2015, due astronauti partiranno per quello che sarà il più lungo periodo mai trascorso dall’uomo sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

L’obiettivo è studiare le reazioni sul corpo umano durante l’anno spaziale, anche per pianificare missioni future più lontane.

I due astronauti, scelti dopo una selezione lunghissima, saranno Scott Kelly per gli Stati Uniti e Mikhail Kornienko per la Russia. Entrambi veterani dello spazio, e già abituati a lavorare insieme dopo la cosiddetta Expedition 23, del 2010.

Kelly e Kornienko partiranno dal cosmodromo di Baikonur in Kazakhstan, e torneranno alla stessa base nella primavera del 2016.

La missione sulla ISS è il risultato di anni e anni di progettazione. E a ben guardare, puntare a compiere record di permanenza nello spazio non è una novità: la NASA cominciò negli anni ’70, in una missione che vide come protagonista l’astronauta Bill Poguemorto lo scorso 4 marzo all’età di 84 anni.

Chiamato con l’evocativo nome di Skylab, il viaggio di Pogue durò esattamente 84 giorni e un’ora, un record assoluto per l’epoca. La missione programmata per l’anno prossimo deve molto a quel primo tentativo, avvenuto nel 1973, di scoprire quanto a lungo il corpo umano potesse resistere nelle condizioni spaziali.

Oggi, dopo oltre 40 anni, sappiamo molto di più sui meccanismi cellulari che intervengono in assenza di gravità: conoscenza che probabilmente aumenterà esponenzialmente entro il 2016.