FORSE GIà SCONTRATE 10 MILIARDI DI ANNI FA

Via Lattea e Andromeda? Un déjà vu

Un gruppo di ricerca europeo ha utilizzato la Dinamica Newtoniana Modificata (teoria MOND) per spiegare alcune caratteristiche del Gruppo Locale di galassie senza il contributo della materia oscura. Ne risulta che Via Lattea e Andromeda si potrebbero essere già scontrate 10 miliardi di anni fa.

Un diagramma che mostra come la galassia Andromeda avrebbe colliso con la Via Lattea (rappresentata all’intersezione degli assi) circa 10 miliardi di anni fa, si sarebbe spostata fino a una distanza massima di più di 3 milioni di anni luce e ora si starebbe di nuovo avvicinando alla nostra galassia. (Fabian Lueghausen, University of Bonn)

Un diagramma che mostra come la galassia Andromeda avrebbe colliso con la Via Lattea circa 10 miliardi di anni fa, si sarebbe spostata fino a una distanza massima di più di 3 milioni di anni luce e ora si starebbe di nuovo avvicinando alla nostra galassia. (Fabian Lueghausen, University of Bonn)

Pare ormai assodato che, nel giro di 3 o 4 miliardi di anni al massimo, la Via Lattea e Andromeda si scontreranno, fondendosi poi in una singola galassia ellittica nel corso di un altro paio di miliardi di anni. Un nuovo studio condotto da un team europeo, in corso di pubblicazione su Astronomy and Astrophysics, ipotizza ora che un incontro ravvicinato fra le due galassie sia già avvenuto in un periodo compreso fra i 7 e gli 11 miliardi di anni fa.

L’assunto di partenza di partenza del gruppo di astronomi, capitanati da Hongsheng Zhao dell’Università scozzese di St. Andrews, è che se la materia oscura è pur necessaria per descrivere il comportamento complessivo dell’Universo, su scala più piccola – a livello di singola galassia o di gruppo di galassie – le osservazioni sono invece meglio spiegate da una teoria che preveda l’esistenza della sola materia barionica, ovvero quella ordinaria. Per esempio, il Gruppo Locale di galassie – di cui Via Lattea e Andromeda sono i costituenti principali – presenta alcune caratteristiche di difficile spiegazione dovendo tenere conto del contributo della materia oscura.

Zhao e colleghi sostengono che, al momento, l’unico modo di predire con successo l’attrazione gravitazionale totale di ciascuna galassia o piccolo gruppo di galassie sia quello di utilizzare un modello proposto per la prima volta da Mordehai Milgrom del Weizmann Institute in Israele agli inizi degli anni ’80,  conosciuto come MOND o Dinamica Newtoniana Modificata. La teoria MOND descrive come la gravità si comporti diversamente su grandi o piccole scale, divergendo quindi dalle predizioni di Newton e Einstein.

Il gruppo di ricerca ha preso in considerazione il Gruppo Locale, utilizzando le precise misure fatte recentemente con Hubble del moto proprio e della velocità radiale di Andromeda e delle Nubi di Magellano per calcolarne gli spostamenti nel tempo secondo la dinamica milgromiana. Dai loro conti risulta che Via Lattea e Andromeda devono avere avuto un incontro ravvicinato più o meno 10 miliardi di anni fa.

Il problema è che secondo il modello convenzionale di gravità, e tenendo conto della spinta addizionale della materia oscura, le due galassie avrebbero dovuto fondersi già all’epoca. “La materia oscura avrebbe funzionato come del miele: in un incontro ravvicinato, Via Lattea e Andromeda si sarebbero appiccicate insieme” suggerisce come metafora Pavel Kroupa, dell’Università di Bonn e membro del team. “Ma se la teoria di Milgrom è corretta”, aggiunge il suo collega Benoit Famaey dell’Osservatorio Astronomico di Strasburgo, “allora non ci sono particelle oscure e le due grandi galassie potevano semplicemente passarsi attraverso, estraendo così materia dall’una all’altra in lunghi e sottili bracci mareali, in cui si potrebbero quindi formare nuove piccole galassie”.

A questo punto per sapere chi ha ragione occorre programmare delle osservazioni, che vadano a cercare le tracce di quell’ipotetico e remoto scontro.  Se si trovassero le prove che è avvenuto veramente, questo fornirebbe un forte supporto alla validità della teoria milgromiana della gravità. E la storia del cosmo dovrebbe essere riscritta da capo.

  • Leggi l’articolo Local Group timing in Milgromian dynamics. A past Milky Way-Andromeda encounter at z>0.8 di HongSheng Zhao, Benoit Famaey, Fabian Lüghausen, Pavel Kroupa