CONGIUNZIONE PLANETARIA

Mercurio e Marte, vicini vicini

Un sospetto che Mercurio avesse una luna sorse nel 1974 quando la sonda Mariner 10 fu lanciata nello spazio. La sonda Mariner 10 osservò il 40-45% di Mercurio, rivelando un mondo non molto diverso rispetto alla nostra Luna. Ma Mercurio si è poi dimostrato senza satellite e solo in occasioni come queste può 'vantarsi' di una falsa Luna

L'Immagine di Mercurio ripresa dalla sonda NASA Messenger

L’Immagine di Mercurio ripresa dalla sonda NASA Messenger

Venerdì sera a partire dalle 18.00 ora italiana sarà possibile osservare luminoso nel cielo Mercurio. Un caso non raro, ma questa volta con una caratteristica più rara, la sua congiunzione con il pianeta Marte, che li mostrerà vicini tanto da poter far pensare al pianeta rosso come falsa Luna del pianeta più prossimo al Sole. Questa “illusione della luna” avverrà il giorno 8 febbraio e i due pianeti  saranno visibili ad occhio nudo.

La NASA oggi ha una stazione che orbita intorno a Mercurio che ha mappato tutto il suo territorio e ha fatto grandi scoperti come il ghiaccio ai poli del pianeta sempre in ombra.

Mercurio ha appena iniziato la sua “discesa” verso la sua prima apparizione del 2013 che avverrà appunto l’8 febbraio alle 18 quando Mercurio si troverà a  46 milioni di kilometri dal sole.

Il miglior punto di osservazione ,che renderà Mercurio di un colore più vivace, è più o meno perpendicolare all’orizzonte occidentale per la metà degli osservatori che si trovano alle latitudini settentrionali. Mercurio in piena dimensione (2,512 volte) è più luminoso di quando raggiunge il massimo allungamento vicino al perielio che all’afelio, come nella sua prossima apparizione nel cielo dell’alba il 31 marzo di quest’anno. Mercurio raggiungerà magnitudine -0.5, contro 0,5 a fine marzo.

Per poter vedere Mercurio, bisogna trovare un luogo con un orizzonte occidentale libero e iniziare ad osservarlo con un binocolo circa 15 minuti dopo il tramonto locale. Vedrete poi un puntino rosso appena sopra Mercurio e questo sarà il pianeta Marte, che splende circa 7 volte di più rispetto a  Mercurio. Mercurio, infatti, si sta avvicinando velocemente in congiunzione con Marte, i due saranno visibili la sera dell’8 febbraio.

La congiunzione dei due pianeti ci apparirà molto vicina ma invece Marte sarà quasi alla massima distanza dalla Terra.