A ROMA LA 6° EDIZIONE DELL'EPSC

La capitale dibatte sui pianeti

Sesto congresso internazionale di planetologia EPSC, prima edizione fuori della Germania. oltre 700 scienziati di ogni dove si confronteranno sulle ultime scoperte riguardanti il nostro sistema solare, ma anche e soprattutto i tanti pianeti extrasolari scoperti in questi anni. La cerimonia istituzionale di apertura, aperta alla stampa, è prevista alle ore 10.30.

Per la prima volta l’Italia, ospiterà il Congresso di Scienze Planetarie (EPSC2010), che nelle cinque precedenti si è svolto sempre in Germania, dove è nato: saranno le sale della pontificia Università S. Tommaso Angelico a Roma ad accogliere le nove sessioni parallele, e i più di 700 scienziati impegnati ad animare centinaia di interventi sui pianeti simili alla Terra, sui giganti gassosi come Giove, sulle missioni spaziali e molti altri argomenti affascinanti.

I protagonisti non saranno solo i pianeti del nostro Sistema Solare ma anche quelli più lontani, corpi celesti che ruotano attorno ad altre stelle diverse dal nostro Sole e che potrebbero ospitare qualche forma di Vita.

E tutte le sere, da lunedì 20 a giovedì 23 settembre, grazie alla collaborazione con l’Università la Sapienza – Facoltà di Ingegneria, gli stessi astronomi impegnati nel Convegno potranno parlare al pubblico del Chiostro di San Pietro in Vincoli. Gli argomenti toccheranno le ultime frontiere della ricerca scientifica, dalla ricerca della Vita nello Spazio fino ai crateri lunari sulla Terra.

La cerimonia di apertura domani alle 10.30, presenti INAF, ESA, ASI e MIUR.

Programmi sanpietro in vincoli

.