PER LA RASSEGNA “CAFFÈ CORRETTO SCIENZA. LA CURIOSITÀ RENDE LIBERI”

Tributo a Margherita Hack

Martedì 13 dicembre, dalle 18, al teatro Miela di Trieste, una serata dedicata al ricordo della figura della grande scienziata, nel centenario della nascita, attraverso un dialogo tra Telmo Pievani e la stretta collaboratrice della Hack Francesca Matteucci. Modera Caterina Boccato. Ingresso gratuito

     08/12/2022
Social buttons need cookies

Dopo il ciclo di cinque trasmissioni di divulgazione scientifica andate in onda su TeleQuattro, la rassegna Caffè corretto Scienza. La curiosità rende liberi inaugura con l’incontro “Le Scienze esatte non sono esatte ma ci vanno vicino – Un tributo a Margherita Hack” il suo palinsesto dal vivo. L’appuntamento, libero e gratuito, è al Teatro Miela di Trieste martedì 13 dicembre dalle 18 (Piazza Duca degli Abruzzi, 3).

La rassegna, ideata dall’Università di Trieste e finanziata da Regione Friuli Venezia Giulia, prevede ora un ciclo di cinque incontri con il pubblico in altrettanti comuni del Friuli Venezia Giulia. La serata del 13 dicembre è dedicata al ricordo della figura della grande scienziata, nel centenario della nascita, attraverso un appassionante dialogo tra lo scrittore, divulgatore scientifico e docente di filosofia della scienza dell’Università di Padova Telmo Pievani e la stretta collaboratrice della Hack Francesca Matteucci, docente di astrofisica dell’Università di Trieste, ricercatrice dell’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf) e accademica dei Lincei.

L’evento sarà moderato da Caterina Boccato, responsabile della didattica e divulgazione dell’Inaf che, oltre a ripercorrere la carriera e la vita della prima donna italiana a dirigere un osservatorio astronomico (quello di Trieste), affiancherà i relatori in una chiacchierata all’insegna del tema della fiducia nella scienza, di cui Margherita Hack difendeva strenuamente il valore.