LO STRUMENTO HA RACCOLTO IN MEDIA 400 ESPOSIZIONI INDIVIDUALI PER NOTTE

Stelle in formazione per il compleanno di DECam

L’immagine della regione di formazione stellare Ngc 6357 pubblicata in occasione del decimo anniversario della camera DECam a Cerro Tololo. Per farla, è stato usato un nuovo set di filtri

     13/09/2022
Social buttons need cookies

Buon compleanno, Dark Energy Camera. A dieci anni dall’entrata in funzione della camera da 570 megapixel montata sul telescopio di 4 metri Víctor M. Blanco dell’Osservatorio Interamericano di Cerro Tololo in Cile, il NOIRLab ha pubblicato una straordinaria immagine della Nebulosa Aragosta, una brillante regione di formazione stellare situata a 8 mila anni luce dalla Terra in direzione della costellazione dello Scorpione. L’immagine è stata presentata durante una conferenza in cui la collaborazione ha mostrato tutti i risultati scientifici raggiunti da DECam.

Immagine della Camera DECam con 570 megapixel che ritrae la nebulosa di formazione stellare Ngc 6357, situata a 8000 anni luce di distanza in direzione della costellazione dello Scorpione. L’immagine rivela stelle giovani e luminose circondate da nubi di polvere e gas all’interno di Ngc 6357, nota anche come Nebulosa Aragosta.

Si tratta di uno degli strumenti per immagini a Ccd a largo campo più performanti del mondo. La regione di formazione stellare nella Nebulosa Aragosta (Ngc 6357) mostra stelle giovani e luminose circondate da nubi di polvere e gas. Al centro della nebulosa, che si estende per circa 400 anni luce, si trova l’ammasso stellare aperto Pismis 24, un insieme di stelle massicce e luminose. Intorno a questo ammasso c’è una regione ricca di stelle neonate, protostelle ancora avvolte nei loro bozzoli di materiale e densi nuclei di gas e polvere che alla fine diventeranno nuove stelle. Le trecce tortuose di nubi scure e le strutture complesse all’interno della nebulosa sono formate dalla pressione tumultuosa dei venti interstellari, dalle radiazioni e dai potenti campi magnetici.

Una delle cose più sorprendenti di questa immagine è la gamma di colori selezionata per evidenziare i diversi aspetti della nebulosa. È infatti stata realizzata utilizzando un nuovo set di filtri a banda stretta che isolano lunghezze d’onda molto specifiche della luce. Per creare un’immagine colorata come questa, lo stesso oggetto celeste viene osservato più volte utilizzando filtri diversi. Ogni osservazione fornisce un’immagine monocolore, che viene poi sovrapposta alle altre per creare un risultato come quello che potete vedere, simile a come potremmo vedere noi, da vicino, un simile ambiente.

Dopo dieci anni, DECam ha appena superato il ragguardevole traguardo di un milione di esposizioni individuali, fornendo in media 400-500 immagini per notte.