È IL FRAMMENTO DI ROCCIA PIÙ LUNGO RACCOLTO FINORA

Primo campione di Perseverance dal delta di Jezero

Perseverance ha raccolto il suo primo campione nel delta del fiume che anticamente scorreva nel cratere Jezero. Il carotaggio è stato nominato Swift Run, è lungo 6,7 centimetri e rappresenta il campione più lungo a oggi raccolto dalla missione. La roccia perforata si è rivelata una fra le più morbide che siano state scavate fino a oggi

     15/07/2022
Social buttons need cookies

Mars Perseverance al Sol 490 (7 luglio 2022) – Fotocamera Mastcam-Z di destra: il nucleo Swift Run all’interno della punta del carotaggio. Crediti: Nasa/Jpl-Caltech/Asu

Da quando è arrivato al delta del fiume che anticamente scorreva nel cratere Jezero, Perseverance ha osservato e “raschiato” diverse rocce per cercare un buon candidato per il primo carotaggio in quest’area.

Le prime rocce considerate si sono fratturate troppo facilmente oppure avevano superfici troppo ruvide per posizionare in sicurezza il trapano del rover. Il team ha quindi continuato la ricerca di una roccia che, oltre a essere scientificamente interessante, fosse abbastanza grande da contenere sia un’abrasione che due carotaggi, apparentemente robusta alla perforazione e posizionata in corrispondenza di una topografia superficiale gestibile. La candidata migliore si è rivelata essere la cosiddetta Skinner Ridge.

Perseverance ha acquisito questa immagine utilizzando la sua fotocamera Sherloc Watson, situata sulla torretta all’estremità del braccio robotico del rover, il 29 giugno 2022 (Sol 482) all’ora solare media locale di 14:31:46. Crediti: Nasa/Jpl-Caltech

La prima attività su questa roccia è stata l’abrasione chiamata Thornton Gap, che ha avuto successo, rivelando la superficie interna della roccia senza fratturare l’area circostante. L’abrasione ha rivelato che questa roccia conteneva singoli clasti con confini ben definiti. La suite di strumenti del rover è stata utilizzata per indagare e documentare la porzione raschiata, poi è stato eseguito il carotaggio.

Il campione di roccia prelevato, chiamato Swift Run, ha una lunghezza di 6,70 centimetri e rappresenta il campione più lungo a oggi raccolto dalla missione. Ancora più eccitante del vedere che tutto è andato bene al primo colpo, è stato osservare che quegli stessi clasti visibili nella macchia abrasa erano visibili anche nel campione raccolto.

Perseverance ha acquisito questa immagine utilizzando la NavCam, che si trova in alto sull’albero del rover e aiuta nella guida. Questa immagine è stata acquisita il 7 luglio 2022 (Sol 490) all’ora solare media locale di 16:52:35. Crediti: Nasa/JPL-Caltech

I dati di perforazione hanno mostrato che la roccia era una delle più morbide che siano state scavate finora: ha richiesto bassi livelli di percussione e qualche volta addirittura è stata disattivata completamente in quando era sufficiente la perforazione rotativa.

Una curiosità per chi a questo punto si sta chiedendo da dove vengono questi strani nomi: la missione Perseverance sta nominando le varie aree in accordo con diversi parchi nazionali terrestri. Rocce, abrasioni e carote ricevono nomi relativi all’area in cui si trovano. Attualmente il rover si trova nel quadrilatero di Shenandoah, dal nome del Parco Nazionale degli Stati Uniti in Virginia: Skinner Ridge, Thornton Gap e Swift Run sono tutte caratteristiche dello Shenandoah.