TROVATE SEI NUOVE CANDIDATE NANE BRUNE

Hubble osserva la nube del Camaleonte

Il telescopio spaziale Hubble è andato alla ricerca di nane brune nel complesso del Camaleonte. In particolare, ha ripreso la Nube del Camaleonte I, regalandoci questa immagine da 315 milioni di pixel che rivela nubi di formazione stellare, nebulose a riflessione e oggetti Herbig-Haro. Ha trovato sei candidate di piccola massa che stanno aiutando gli astronomi a comprendere meglio questi oggetti

     31/01/2022
Social buttons need cookies

La regione di formazione stellare chiamata Nube del Camaleonte I, vista dal telescopio spaziale Hubble. La classica forma a croce in corrispondenza delle stelle più luminose nell’immagine è generata dal supporto a forma di croce di Hubble che sostiene lo specchio secondario del telescopio. Crediti: Nasa, Esa, K. Luhman and T. Esplin (Pennsylvania State University), et al., and Eso; Gladys Kober (Nasa/Catholic University of America)

Questa immagine del telescopio spaziale Hubble riprende una delle tre nubi che compongono il Complesso del Camaleonte, una regione di formazione stellare grande 65 anni luce. La regione in questa immagine è la Nube del Camaleonte I (Cha I) e rivela nubi polverose e scure dove si stanno formando stelle, nebulose a riflessione che brillano alla luce di giovani stelle blu e oggetti Herbig-Haro. Questi ultimi sono grumi luminosi visibili all’interno o ai margini delle regioni di formazione stellare che si creano quando gas ionizzato, espulso sotto forma di getti emessi in corrispondenza dei poli di stelle in fase di formazione, collide con nubi più dense di gas e polveri a velocità supersoniche, che si illuminano per il fenomeno della triboluminescenza. La nube bianco-arancio nella parte inferiore dell’immagine – recentemente catturata anche con il telescopio Gemini South, in Cile – ospita al centro una di queste protostelle: i suoi getti di gas caldo, bianchi e brillanti, vengono espulsi in stretti flussi dai poli della protostella, e sono i responsabili della formazione dell’oggetto Herbig-Haro HH 909A.

Hubble ha studiato Cha I come parte di una ricerca volta a identificare nane brune estremamente deboli e di piccola massa. Queste “stelle mancate” hanno una massa che va da quella di un grande pianeta a quella di una piccola stella (da 10 a 90 volte la massa di Giove), non sufficiente per accendere e sostenere la fusione nucleare nei loro nuclei. Lo studio di Hubble ha trovato sei nuove candidate nane brune di piccola massa che stanno aiutando gli astronomi a comprendere meglio questi oggetti.

L’immagine nella pagina è composta da 315 milioni di pixel e comprende 23 osservazioni fatte dalla Advanced Camera for Surveys di Hubble. I gap nelle osservazioni sono stati colmati da 20 immagini della Wide Field Planetary Camera 2 e con dati a terra provenienti dalla Vista Vircam dell’Eso. La versione completa ad alta risoluzione di questa immagine la potete trovare qui.