IL LANCIO NON PRIMA DELLA FINE DEL 2021

Inspiration4, un biglietto per lo spazio

SpaceX ha annunciato il lancio di Inspiration4, la prima missione al mondo a portare in orbita attorno alla Terra un equipaggio costituito interamente da civili. Due dei quattro posti verranno sorteggiati tra i partecipanti a un’estrazione pubblica

     02/02/2021
Social buttons need cookies

Space X la conosciamo più o meno tutti: è la compagnia aerospaziale del miliardario Elon Musk che ha già portato, per la prima volta dall’ultimo volo dello Space Shuttle nel 2011, gli astronauti della Nasa sulla Stazione spaziale internazionale con un vettore made in Usa, e che nei prossimi anni ambisce a portare uomini e donne su Marte e sulla Luna con una navicella attualmente in fase di test con i vari prototipi Starship (siamo in attesa del lancio di Sn9).

Ieri la compagnia ha annunciato l’intenzione di lanciare nei prossimi mesi – la prima data utile è dicembre 2021 – SpaceX Inspiration4: la prima missione nello spazio con equipaggio interamente costituito da civili. Da gente comune, insomma.

 

Inspiration4 lascerà la Terra dallo storico complesso di lancio 39A del Kennedy Space Center e viaggerà per alcuni giorni su un’orbita terrestre bassa, passando sopra le nostre teste ogni 90 minuti circa. La navicella che ospiterà l’equipaggio della missione è la Crew Dragon. Sarà portata in orbita spinta dai nove motori Merlin del lanciatore Falcon 9. A comandare la missione sarà Jared Isaacman, co-fondatore e amministratore delegato della società finanziaria Shift4 Payments, esperto pilota e detentore di diversi record mondiali di volo, tra cui due Speed Around The World nel 2008 e nel 2009.

L’imprenditore e pilota della missione Inspiration4, Jared Isaacman, colui che ha donato i tre biglietti per il primo volo interamente commerciale a bordo della Crew Dragon di SpaceX. Crediti: SpaceX.com

Accanto a Isaacman, che occuperà il posto della missione chiamato leadership, siederanno altri tre membri dell’equipaggio, i cui preziosi biglietti sono donati dallo stesso Isaacman. Inspiration4 porterà infatti in orbita un totale di quattro persone (da cui il nome ‘Inspiration4’), ciascuna delle quali occuperà un posto il cui nome rappresenta un pilastro della missione: leadership (comando), hope (speranza), generosity (generosità) e prosperity (prosperità). Il posto di comando, come detto, è occupato da Isaacman. Il posto della ‘speranza’ è già riservato a colui “che incarna la visione coraggiosa su cui è stato fondato l’ospedale pediatrico di St. Jude, a Memphis, nel Tennessee (Usa): compassione, unità, uguaglianza e inclusione”, si legge nel sito della missione. I due posti rimasti, ‘generosità’ e ‘prosperità’, sono invece ancora da assegnare: chi vi siederà – e qui viene il bello – sarà sorteggiato tra coloro i quali avranno fatto una donazione di almeno 10 dollari alla stesso ospedale pediatrico St. Jude per il posto della generosità, e tra chi avvierà un negozio online attraverso la piattaforma di e-commerce Shift4Shop – in questo caso si parte da 29 dollari – per il posto della prosperità. I fortunati vincitori, e colui o colei che siederà nel posto della ‘speranza’, saranno annunciati il mese prossimo, come indicato nella timeline sul sito della missione.

“We saved a seat for You” (abbiamo riservato un posto per te): è quanto si legge nel sito della missione Inspiration4, grazie alla quale è possibile salire a bordo della Crew Dragon per un viaggio attorno alla Terra se si è estratti tra coloro i quali hanno partecipato a una lotteria pubblica. Crediti: Inspiration4.com

Con Inspiration4, per la prima volta, semplici cittadini (purché maggiorenni e con la cittadinanza statunitense, sottolinea il New York Times) avranno la reale opportunità di lanciarsi in orbita, e questo fa della missione una pietra miliare per il  volo spaziale umano e per l’esplorazione spaziale.

Naturalmente l’equipaggio riceverà dalla compagnia SpaceX tutta la formazione necessaria per un volo in sicurezza, comprese le informazioni sul veicolo di lancio Falcon 9, sul navicella Crew Dragon, sulle condizioni di microgravità, gravità zero e altre forme di stress cui saranno sottoposti durante il viaggio. Seguiranno corsi di preparazione alle emergenze, esercizi per entrare e uscire dalle tute e dal veicolo spaziale, nonché simulazioni della missione.

Viaggiando in assenza di gravità a una velocità di crociera di quasi 30mila km/h, l’equipaggio condurrà diversi esperimenti. Parte della capacità di carico della Crew Dragon sarà infatti assegnata ad attrezzature scientifiche dedicate alla ricerca e alla sperimentazione in microgravità. Al termine della missione, la cui durata esatta non è stata ancora resa nota, la Crew Dragon rientrerà nell’atmosfera terrestre per un atterraggio nelle coste della Florida. Il countdown per la selezione dei due fortunati vincitori è iniziato: 26 giorni all’alba di un viaggio spaziale senza precedenti.