UNO STUDIO SU PNAS DI DUE RICERCATORI FRANCESI

L’acqua sulla Luna? Colpa del Sole

A portare l’acqua sulla Luna non sarebbero state le comete ma il bombardamento di particelle trasportate dal vento solare. Una nuova conferma sulla rivista Pnas

Crediti: NASA

Crediti: NASA

A portare l’acqua sulla Luna non sarebbero state le comete ma il bombardamento di particelle trasportate dal vento solare. Una nuova conferma a questa ipotesi arriva da uno studio compiuto da due ricercatori francesi Alice Stephant e François Robert, del Centro Nazionale della Ricerca Scientifica (Cnrs) di Parigi e pubblicato sulla rivista dell’Accademia delle Scienze Americana “Pnas”.

I ricercatori hanno analizzato le molecole d’acqua nei campioni lunari riportati a Terra dalle missioni Apollo 16 e 17 per trovare conferma se questa, individuata anche dalle sonde in orbita, abbia origine dal vento solare o possa essere di origine esogena ossia portata dalle comete, composte prevalentemente da polveri e ghiaccio. Esaminando il deuterio che è un isotopo ossia un atomo stabile dell’idrogeno contenuto nei campioni, i ricercatori hanno visto che l’idrogeno ha una sua propria firma che è quella del vento solare.

«Quella dell’acqua proveniente dal vento solare è una vecchia ipotesi formulata qualche anno fa», spiega Maria Cristina De Sanctis dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf-Iaps) di Roma «e questo articolo ne dà conferma. I ricercatori hanno eseguito delle analisi molto complesse cercando di discriminare quale delle due origini riguardo l’acqua lunare fosse la più probabile. Hanno così trovato che, il meccanismo principale, è quello del bombardamento di ioni di vento solare che arrivando sulla superficie lunare interagiscono con l’ossigeno formando molecole d’acqua».