EUROPA E RICERCA NEL COLLOQUIO

Il Capo dello Stato riceve Parmitano

L'astronauta italiano del corpo astronauti dell'Agenzia Spaziale Europa ricevuto in compagnia dei due compagni di missione, il comandante russo Fyodor Yurchikhin e l'americana Karen Nyberg

eva_preparativi_parmitano-(9)ImageGallery“È stata una grande emozione”. Così l’astronauta Luca Parmitano ha commentato l’incontro con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, avvenuto lunedì mattina al Quirinale.

L’astronauta italiano del corpo astronauti dell’Agenzia Spaziale Europa era in compagnia dei due compagni di missione, il comandante russo Fyodor Yurchikhin e l’americana Karen Nyberg. Presente anche il commissario straordinario dell’Agenzia Spaziale Italiana, Aldo Sandulli e il capo degli astronauti europei, il belga Fank De Winnie.

L’incontro con il Capo dello Stato è avvenuto a pochi giorni dalla nomina da parte della Presidenza del Consiglio di Luca Parmitano quale ambasciatore del semestre italiano della presidenza europea, e l’Europa, ha detto l’astronauta, è stata al centro di gran parte del colloquio. “ È stato un incontro emozionante e ho apprezzato la grande convinzione europeista del nostro presidente”.

Per Parmitano far parte dell’Europa “è una scelta molto importante” ed io, ha sottolineato l’astronauta, “sono più che europeista: sono transnazionale”. “Dallo spazio ho visto l’Europa senza confini: mi piace pensare che questo sia il nostro futuro”.

Luca Parmitano e i suoi compagni di missione hanno poi incontrato giornalisti e pubblico presso l’auditorium dell’Agenzia Spaziale Italiana, a Tor Vergata, dove hanno potuto, per la prima volta compiutamente e tutti insieme, raccontare i 166 giorni di missione sulla Stazione Spaziale Internazionale da loro vissuti.

“Voglio trasmettere ottimismo” ha poi aggiunto invitando a puntare tutto sulla ricerca, per lui sinonimo di “scoperta, sviluppo, crescita, in un parola: futuro”. Quando “saremo in grado di lasciare questo pianeta ringrazieremo la ricerca che ce lo ha permesso”, ha concluso.

Sul versante ASI la giornata ha registrato un aggiornamento sul piano delle vicende giudiziarie che l’hanno vista coinvolta: Enrico Saggese, l’ex presidente dell’Agenzia spaziale italiana, sarà processato nel prossimo luglio per tentativo di concussione.