EMISSIONI DI IDROGENO IONIZZATO

Nova Centauri 2013 si veste di rosa

Un astronomo neozelandese ha catturato un'immagine della nova nel momento in cui ha rivelato un colore insolito per questo fenomeno: la sua luce era rosa. Come spiegato dagli esperti, questo è possibile perché la luce visibile è un guscio in espansione di idrogeno ionizzato che emette fortemente sia la parte blu che rossa dello spettro ottico.

Nova_Centauri_2013_LRGB_1400x1046-lowqual-580x433

L’immagine è stata scattata lo scorso 28 dicembre e mostra Nova Centauri 2013, nella costellazione Centauro. La stella appare rosa a causa delle emissioni di idrogeno ionizzato. Crediti e copyright: Rolf Wahl Olsen

Anche le stelle si vestono a festa per la fine dell’anno. Di recente si è verificata l’esplosione di una nova, l’evento è stato visibile a occhio nudo e gli effetti sono ancora evidenti nel cielo notturno. Questa immagine di Rolf Wahl Olsen, scattata dalla Nuova Zelanda, mostra Nova Centauri 2013 e il suo insolito colore rosa.

La stella, risultato dell’esplosione della superficie di una nana bianca, è stata scoperta nella costellazione di Centauro da John Seach lo scorso 2 dicembre. L’immagine è stata invece scattata il 28 dicembre dalla Nuova Zelanda quando la nova era arrivata a una magnitudo di 4.5.  Ma perché appare rosa? “La nova appare rosa – ha detto Olsen – perché stiamo osservando la luce da un guscio in espansione di idrogeno ionizzato che emette fortemente sia la parte rossa che blu dello spettro ottico”. “Queste emissioni – ha spiegato – danno alla stella il forte colore rosato, simile alle nebulose a emissione che sono anche prevalentemente rosa/magenta”.

Una nova è il risultato di una esplosione termonucleare sulla superficie di una nana bianca in un sistema binario stretto. A differenza di una supernova, durante la cui esplosione la stella cessa di esistere, una nova non comporta la distruzione della stella ospite. La nana bianca può continuare ad aggiungere al materiale dalla sua compagna e il processo ripetersi in futuro.