L'ASSEGNAZIONE DEL PREMIO LE STELLE

Star Party a Saint Barthelemy

Da venerdì 6 a domenica 8 lo Star Party, tradizionale momento d’incontro per astrofili e appassionati, rappresenta anche un’occasione ideale per chi vuole avvicinarsi alla scienza e all’osservazione del cielo.

Dal 06.09.2013 al 08.09.2013

LocandinaStarParty2013_A4Ventiduesima edizione dello Star Party a Saint-Barthélemy, la festa dell’astronomia più antica d’Italia. Organizzato da venerdì 6 a domenica 8 settembre dalla Fondazione Clément Fillietroz-ONLUS , che gestisce l’Osservatorio Astronomico della Regione Autonoma Valle d’Aosta (OAVdA) e il Planetario di Lignan,  lo Star Party, tradizionale momento d’incontro per astrofili e appassionati, rappresenta anche un’occasione ideale per chi vuole avvicinarsi alla scienza e all’osservazione del cielo.

Dal pomeriggio di venerdì 6 al mattino di domenica 8 il Planetario di Lignan proporrà un ricco programma di spettacoli. Sarà effettuata la proiezione A spasso per il cielo, pensata apposta per i più piccoli così come la proiezione sul cielo di stagione Il cielo d’estate 2013, aggiornata con nuovi contenuti, a cui si affiancano tre proiezioni che fanno il loro debutto allo Star Party: In viaggio fra le stelle, che approfondirà la natura delle stelle e la loro evoluzione nel tempo, Saint-Barthélemy: 3000 anni di storia tra cielo e terra, simulazione di un viaggio nel passato fino a 3000 anni fa alla ricerca di riferimenti astronomici legati alla disposizione architettonica del sito archeologico del Castelliere di Lignan che risale a quest’epoca remota, e Fino alla fine del mondo, spettacolo già proposto in occasione della presunta fine del mondo del 21 dicembre 2012 e godibile anche oggi… dato che la fine del mondo non c’è stata.

All’interno della cupola del Planetario verranno proposte anche due conferenze, tenute dai ricercatori dell’Osservatorio Astronomico. Le conferenze avranno una breve introduzione che verrà proiettata sulla cupola da 10 metri del Planetario. La prima, dal titolo Tra code e chiome, viaggio fra le comete del Sistema Solare, venerdì 6 settembre, avrà come relatore il dott. Albino Carbognani, ricercatore all’Osservatorio Astronomico, dove si parlerà anche della cometa ISON (C/2012 S1),

che dovrebbe divenire molto luminosa tra Natale e Capodanno e sta creando grande aspettativa tra gli appassionati di tutto il mondo. La seconda Viaggio nel Grande Bianco, sabato 7 settembre, sarà dedicata alla ricerca scientifica svolta in Antartide, sarà un’occasione per ascoltare l’esperienza diretta del dott. Jean Marc Christille, dottorando all’OAVdA, che ha abitato per mesi ai confini della Terra, nel continente disabitato che offre delle condizioni climatiche estreme… ma ideali per l’osservazione astronomica.

Anche per l’edizione 2013 riproporremo le visite guidate in Osservatorio Astronomico; da venerdì pomeriggio a sabato sera si terranno le visite alla struttura finalizzate anche alle osservazioni del Sole nel Laboratorio Eliofisico attraverso un eliostato da 25 cm di diametro. Tali visite si alterneranno a incontri con i ricercatori dell’OAVdA che illustreranno metodologia e strumentazione utilizzate nei progetti di ricerca scientifica sugli asteroidi e nuclei galattici attivi, con il Telescopio principale da 81 cm, e sui pianeti extrasolari, con la schiera dei cinque telescopi da 40 cm della Terrazza Scientifica. Alla sera tutti potranno ammirare gli astri del cielo di fine estate con i sette telescopi da 25 cm della Terrazza Didattica.

Nel pomeriggio di sabato 7 settembre i maggiori produttori e importatori italiani di strumentazione astronomica presenteranno, in un workshop dedicato, le principali novità del settore. Vi aspettiamo al padiglione bianco in area Leyssé, al campo sportivo di Lignan.

Si svolgeranno anche molte altre attività: l’atteso Concorso di Astrofotografia Digitale – Il cielo sopra Saint-Barthélemy con la rassegna delle fotografie finaliste alle scorse edizioni, il mercatino di prodotti enogastronomici valdostani dal miele di alta montagna alle marmellate, dai formaggi degli alpeggi limitrofi agli ortaggi della zona sarà possibile ritornare a gustare e acquistare prodotti naturali e a chilometri zero o quasi.

Nella giornata di sabato 7 settembre grandi e piccini con la supervisione di una guida alpina potranno provare l’arrampicata sportiva alla parete recentemente aperta alla falesia di Lignan.

Il ventiduesimo Star Party sarà il primo nel corso del quale sarà disponibile per gli appassionati la nuova area per l’osservazione amatoriale che si trova a lato dell’Osservatorio Astronomico e realizzata grazie al contributo della Regione Autonoma Valle d’Aosta.

Alla sera e per tutta la notte di venerdì 6 e sabato 7 settembre, nella piazzetta di Lignan, all’area Leyssé del campo sportivo, adibita per i camper, e nei prati di Saint-Barthélemy gli astrofili potranno montare liberamente i propri telescopi e compiere osservazioni del cielo in condizioni di buio totale, grazie allo spegnimento dell’illuminazione pubblica, gestito dal Comune di Nus, e alla fase lunare favorevole.

A conclusione della manifestazione, domenica 8 settembre, si esibirà nel tradizionale concerto, la banda musicale “La Lyretta” di Nus, la premiazione del concorso di astrofotografia e la consegna del Premio “Le Stelle” 2013, istituito dal Gruppo B Editore nel 2012, destinato a scienziati e ricercatori italiani e stranieri che operano nel campo dell’astronomia e dell’astrofisica. Nella sua precedente edizione è stato assegnato al prof. Giovanni Bignami, presidente dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF).