UNO STRANO FENOMENO STAGIONALE

Il colletto di Titano

La sonda Cassini ha ripreso un fenomeno che si presenta raramente sulla superficie del satellite, al quale i ricercatori non hanno ancora dato una spiegazione scientifica. L'immagine è stata scattata il 12 aprile scorso con la narrow-angle camera montata a bordo dell'orbiter.

Crediti: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute

Crediti: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute

E’ il satellite più grande che orbita attorno a Saturno e talvolta presenta uno strano cerchio scuro sulla sua superficie. Parliamo di Titano. Questo fenomeno è stato osservato dalla sonda Cassini, ma in precedenza anche da Voyager 2 e da Hubble. Si presume che si tratti di un fenomeno stagionale, ma i ricercatori non sono ancora riusciti a spiegarlo.

Questa immagine, che risale al 13 aprile scorso ma è stata appena pubblicata dal team di missione, mostra l’emisfero di Titano rivolto verso Saturno. Il polo Nord è rivolto verso l’alto ma spostato di 32 gradi verso destra. L’immagine è stata acquisita da una distanza di 1,8 milioni di chilometri dal satellite con la narrow-angle camera (NAC) montata a bordo dell’orbiter, attraverso un filtro spettrale sensibile alla luce ultravioletta centrata sulla lunghezza d’onda di 338 nm. La scala dell’immagine corrisponde a 11 km/pixel.

Per saperne di più: