CASSINI FOTOGRAFA UN ENORME URAGANO

Una rosa rossa su Saturno

Con il diametro di circa 2000 chilometri e venti che soffiano alla velocità di 540 chilometri all'ora, l'uragano fotografato dalla sonda NASA/ESA/ASI è uno dei più spettacolari mai visti su Saturno. Le sue dimensioni superano di 20 volte una comune tempesta sulla Terra. Si trova sul Polo nord di Saturno.

Crediti: NASA/JPL-Caltech/SSI

Crediti: NASA/JPL-Caltech/SSI

L’immagine è mozzafiato: la sonda spaziale Cassini ci regala uno scatto d’autore di un uragano di dimensioni gigantesche sul Polo nord di Saturno. L’occhio del ciclone è largo circa 2000 chilometri, il che vuol dire 20 volte più grande di un comune uragano sulla Terra, con venti impetuosi che soffiano alla velocità impressionante di 540 chilometri all’ora (150 metri al secondo).  La tempesta si alimenta tramite vapore acqueo.

L’immagine è stata scattate dalla sonda NASA/ESA/ASI sul Polo nord di Cassini, da una distanza di 419mila chilometri. Lo scatto risale al 27 novembre 2012: probabilmente l’uragano era già attivo da molto tempo. Cassini è in orbita attorno a Saturno ormai dal 2004, ma solo di recente ha potuto osservare questo fenomeno grazie alla favorevole angolazione della luce solare.

Le immagini scattate dalla sonda Cassini hanno utilizzato una combinazione di filtri spettrali sensibili alle lunghezze d’onda del vicino infrarosso. Poiché queste lunghezze d’onda non sono visibili all’occhio umano, l’immagine qui presentata è in falsi colori: le radiazioni filtrate a 890 nanometri sono visualizzate in blu, quelle a 728 nanometri in verde, e quelle filtrate a 752 nanometri in rosso. In questa immagine, le parti rosse indicano le nuvole più basse, e il verde quelle più alte.