IN CINQUE ANDRANNO A VILNIUS PER LE FINALI

Le Olimpiadi di Astronomia a casa di Tiziano

Si sono appena concluse le Olimpiadi Italiane di Astronomia edizione 2013. Per la categoria junior, hanno vinto Marco Codato, di Venezia, Silvia Neri, di Reggio Calabria, e Marco Giunta, di Catania. Per la categoria senior, Giovanni Barilla, sempre di Reggio Calabria, e Giacomo Santoni, di Macerata.

I vincitori della finale nazionale 2013. Da sinistra: Barilla, Santoni, Codato, Giunta, Neri

I vincitori della finale nazionale 2013. Da sinistra: Giovanni Barilla, Giacomo Santoni, Marco Codato, Marco Giunta e Silvia Neri

È andata come previsto: trentanove partecipanti, 25 senior e 14 junior, hanno dato vita a una sfida all’ultima cometa, imbarcandosi per viaggi interplanetari, analizzando macchie solari, cercando di venire a compromessi con stelle binarie che si eclissavano davanti ai loro occhi. No, non è la trama di un inedito di Douglas Adams, celebre autore de La guida galattica per autostoppisti, ma la giornata fuori dal comune vissuta dai finalisti delle Olimpiadi Italiane di Astronomia domenica 21 aprile, presso il Liceo Scientifico Enrico Fermi di Pieve di Cadore.

Tra la prova teorica al mattino e la prova pratica al pomeriggio, i partecipanti alla finale si sono trovati a vivere una bella esperienza, che ha permesso loro non solo di approfondire la conoscenza dell’astronomia, ma anche di conoscersi e stringere legami, coltivando le proprie passioni. I ragazzi si sono anche trovati protagonisti di divertenti interviste a sorpresa e… di un video degno di una vera spy-story.

I primi riconoscimenti sono arrivati già domenica sera, con la premiazione dei migliori temi presentati nella fase di preselezione. Un premio introdotto quest’anno, che vuole stimolare nei partecipanti anche la loro capacità di raccontare la scienza e che è stato reso possibile grazie alla collaborazione di Fabrizio Bonoli (Università di Bologna) e del giornalista Piero Bianucci. I migliori temi per categoria saranno pubblicati sul numero di settembre di Giornale di Astronomia e sul numero di maggio della rivista Le stelle.

Dopo le gare, tutti a godersi una meritata cena e, a seguire, il racconto delle avventure di un astronomo in Antartide – cronaca vera della spedizione sulla base Concordia di Mauro Dolci, INAF-Osservatorio Astronomico di Teramo, accompagnato al pianoforte da Elena Quariglio, studentessa del Liceo di Pieve.

Questa mattina, lunedì 22 aprile, presso il Museo dell’Occhiale, la premiazione, con la conferenza di Cesare Barbieri (Università di Padova) su Il nuovo Sistema Solare. Nell’ambito della cerimonia, che coincide con la chiusura ufficiale della XIV Settimana dell’Astronomia, si è svolta anche la premiazione del Premio “Schiaparelli”, indetto da SAIt e INAF-Osservatorio Astronomico di Brera.

A un significativo numero di finalisti di entrambe le categorie sarà offerto di partecipare a uno stage estivo di preparazione e di approfondimento presso una struttura dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) o della Società Astronomica Italiana (SAIt). Al termine dello stage, sarà selezionata la squadra (3 studenti junior e 2 senior) che rappresenterà l’Italia alle International Astronomy Olympiad, che si terranno a Vilnius, Lituania, dal 6 al 14 settembre 2013. Ma ecco la lista di tutti i concorrenti premiati:

Vincitori delle Olimpiadi Italiane di Astronomia 2013

Categoria Junior

  • Marco Codato, Liceo Scientifico Statale “U. Morin”, Venezia
  • Silvia Neri, Liceo Scientifico Statale “L. da Vinci” , Reggio Calabria
  • Marco Giunta, Liceo Scientifico Statale “G. Galilei”, Catania

 Categoria Senior

  • Giovanni Barilla, Liceo Scientifico Statale “L. da Vinci”, Reggio Calabria
  • Giacomo Santoni, Liceo Scientifico Statale “G. Galilei”, Macerata

Sono invitati a partecipare a uno Stage Estivo di Formazione (SEF) nelle discipline astronomiche, organizzato presso l’INAF-Osservatorio Osservatorio di Collurania, Teramo dal 10 al 14 giugno 2013, i primi cinque classificati per categoria:

Categoria junior:

  • Marco Codato, Liceo Scientifico Statale “U. Morin”, Venezia
  • Silvia Neri, Liceo Scientifico Statale “L. da Vinci” , Reggio Calabria
  • Marco Giunta, Liceo Scientifico Statale “G. Galilei”, Catania
  • Basso Simona Letizia, I.I.S.S. “Arangio-Ruiz”, Augusta (SR)
  • De Leo Elisa, Liceo Scientifico Statale “L. da Vinci”, Reggio Calabria

Categoria senior:

  • Giovanni Barilla, Liceo Scientifico Statale “L. da Vinci”, Reggio Calabria
  • Giacomo Santoni, Liceo Scientifico Statale “G. Galilei”, Macerata
  • Altamura Edoardo, Liceo Scientifico Statale “G. Galilei”, Macerata
  • Tripodi Roberta, Liceo Classico Statale “T. Campanella”, Reggio Calabria
  • Da Vinchie Lisa, Liceo Scientifico Statale “E. Fermi”, Pieve di Cadore(BL)

A questi si aggiunge Lopez Francescopaolo, Liceo Scientifico Statale “A. Scacchi”, Bari, del quale – nel corso della SEF – si valuterà l’idoneità alla partecipazione alle International Astronomy Olympiad per le quali è in possesso di una green card che gli permette la partecipazione previa valutazione positiva del Comitato.

Vincitori del premio per il migliore tema

Categoria junior, ex-equo

  • Elisa De Leo, Liceo Scientifico Statale “L. da Vinci”, Reggio Calabria
  • Valentino Lui, Liceo scientifico “G. Aselli”, Cremona

Categoria senior

  • Pierluigi Martelli (Liceo Scientico “A. Einstein”, Teramo)

I temi di Elisa e Valentino saranno pubblicati sul numero di settembre del Giornale di Astronomia, mentre il tema di Pierluigi è pubblicato sul numero di maggio della rivista Le stelle, in edicola a giorni.

Premio “Bruno Pontecorvo”

Ecco i vincitori della medaglia Bruno Pontecorvo, ai ragazzi e alle ragazze che hanno raggiunto la finale nazionale delle olimpiadi per tre volte:

  • Edoardo Altamura, Liceo Scientifico Statale “G. Galilei”, Macerata
  • Giovanni Barilla, Liceo Scientifico Statale “L. da Vinci”, Reggio Calabria
  • Roberto Desideri, Liceo Scientifico Statale “L. Laurana”, Urbino
  • Ludovico Machet, Istituzione Scolastica di istruzione tecnica e liceale “Binel-Viglino”, Torino
  • Francescopaolo Lopez, Liceo Scientifico Statale “A. Scacchi”, Bari

Roberta Tripodi, Liceo Classico Statale “T. Campanella”, Reggio Calabria, si aggiudica invece la targa Bruno Pontecorvo, per aver raggiunto la finale nazione per ben 4 volte, che è il numero massimo di finali a cui un ragazzo può accedere per regolamento.

Premio “Hall of Fame”

Per aver conseguito una medaglia d’argento (diploma di II fascia) alle International Astronomy Olympiad 2012:

  • Francescopaolo Lopez, Liceo Scientifico Statale “A. Scacchi”, Bari

Vincitori del Premio Schiaparelli
Primo premio ex equo

  • Succi Giovanni – classe 5C, Liceo Scientifico Statale “Fulcieri Paolucci di Calboli”, Forlì
  • Murtas Giulia – classe 5A, Liceo  Scientifico I.I.S. “G. Brotzu” – Quartu Sant’Elena, Cagliari

Secondo premio

  • Caterina Pierotti – classe 3A, Istituto Tecnico Industriale Statale “G. Galilei” – Livorno

Terzo premio

  • Luca Berton – classe 2, Liceo Classico I.S. “Cesare Balbo” – Casale Monferrato, Alessandria

Le Olimpiadi Italiane di Astronomia sono promosse e patrocinate dal MIUR e organizzate dalla SAIt in collaborazione con l’INAF. La finale 2013 delle Olimpiadi Italiane di Astronomia si è svolta a pochi metri dalla casa di Tiziano, a Pieve di Cadore, grazie alla collaborazione fra INAF – Osservatorio Astronomico di Trieste e Museo dell’Occhiale, con il contributo del Comune e del Consorzio BIM Piave.

Per saperne di più: 

Guarda il servizio video su INAF-TV: