IDEATA DALL'OSSERVATORIO ASTRONOMICO DI ROMA

Cosmo Segreto in trasferta a Pisa

Dopo aver fatto tappa al Palazzo dei Normanni di Palermo l'esposizione Cosmo Segreto dell'INAF - Osservatorio Astronomico di Roma sbarca a Pisa in collaborazione con l'INFN e il patrocinio della Provincia. La mostra sarà aperta dal 18 novembre al 2 dicembre.

Dal 18.11.2011 al 02.12.2011

Apre Scoprendo Cosmo Segreto, una mostra di Astronomia organizzata dall’INAF – Osservatorio Astronomico di Roma, in collaborazione con l’INFN sezione di Pisa e il Dipartimento di Fisica dell’Università di Pisa. L’esposizione è ospitata presso La Limonaia di Pisa, patrocinata dalla Provincia di Pisa e rimarrà aperta a scuole e appassionati fino al 30 novembre. Una Serata Astronomica concluderà, il 2 dicembre, la trasferta pisana l’arrivederci dell’Osservatorio Astronomico di Roma a Pisa. Sarà un evento pubblico  organizzato presso la terrazza del Dipartimento di Fisica da dove, con telescopi amatoriali, i ricercatori dell’OAR mostreranno al pubblico i più suggestivi corpi celesti visibili dalle nostre latitudini.

L’iniziativa nasce sulla scia di un’esperienza precedente, la mostra “Con gli occhi di Galileo”, sempre organizzata dall’Osservatorio Astronomico di Roma presso La Limonaia nel maggio del 2009 che riscosse un enorme successo tra i pisani e le scuole toscane. “Abbiamo voluto ripetere la felice collaborazione del 2009 con i colleghi de La Limonaia proponendo a Pisa la mostra “Cosmo Segreto” che nel maggio di questo stesso anno abbiamo organizzato presso le Segrete di Palazzo dei Normanni” racconta Francesco D’Alessio responsabile del gruppo di divulgazione dell’INAF-OAR.

La mostra ripercorre la storia dell’evoluzione dell’immagine astronomica dalle prime osservazioni antiche eseguite ad occhio nudo passando per le esperienze di Leonardo, la rivoluzione introdotta da Galileo, l’avvento della fotografia fino a giungere all’astronomia dei giorni nostri. La sezione moderna è dedicata all’Astronomia multi banda per svelare le informazioni che si celano dietro le emissioni non visibili del cosmo. “Abbiamo inoltre voluto dedicare una sezione della mostra alle eccellenze locali in campo Astrofisico” – continua D’Alessio – “Quindi, grazie alla collaborazione con i colleghi dell’INFN, abbiamo introdotto exhibit e strumenti per spiegare la fisica delle onde gravitazionali e dei raggi cosmici, settori della ricerca astronomica in cui eccellono gli istituti pisani”.

Per informazioni e prenotazioni alle iniziative in programma cliccate qui