IL NOSTRO SATELLITE A PORTATA DI CLICK

Naviga sulla Luna

La sonda Lunar Reconnaissance Orbiter è stata appostata per due settimane a fotografare la Luna. Ha raccolto 1.300 immagini che sono state composte in un mosaico mostruoso da 24.000 x 24.000 pixel. La versione completa si può zoomare in lungo e largo, con un livello di dettaglio mai visto.

Mosaico della faccia vicina della Luna, ottenuto con la Wide Angle Camera del Lunar Reconnaissance Orbiter. Credit: NASA/GSFC/Arizona State University

Se avete la testa sulla Luna, mentre dovreste concentrarvi sul lavoro, provate a staccare la spina e fare per davvero un salto sul nostro satellite.  Un giretto qui difficilmente vi deluderà (e forse vi aiuterà a ritornare sulla Terra). La pagina web, sviluppata dal team della NASA e della Arizona University, contiene una mappa della Luna navigabile e zoomabile in lungo e largo con un livello di dettaglio impressionante, fino a 145 metri per pixel.

L’immagine è stata ottenuta grazie alla Wide Angle Camera montata sulla sonda Lunar Reconnaissance Orbiter. Per due settimane, a metà di dicembre 2010, il satellite è rimasto appostato a fotografare la faccia vicina della Luna, ottenendo più di 1.300 immagini ad altissima risoluzione. Dalla composizione delle foto è nata la mappa più grande e dettagliata della Luna: un mosaico mostruoso di 24.000 x 24.000 pixel. L’effetto è a dir poco spettacolare.

Qui  si può vedere una versione mini di 1.400 x 1.400, pixel con le etichette geografiche dei posti, ma la versione completa zoomabile è la più divertente (Per sapere in quali territori lunari vi state addentrando, guardate in alto a destra il rettangolino mobile azzurro sulla Luna in miniatura).