PROGETTO SOVVENZIONATO DALL’UNIONE ASTRONOMICA INTERNAZIONALE

Calvino e astronomia, un sito tutto da ascoltare

Un attore, un’illustratrice, una musicista, quattro astronome, un astronomo e un capolavoro come le “Cosmicomiche”: l’incontro è avvenuto durante la pandemia, e ne è uscito Astrologos: da oggi in rete, tutto in italiano, un progetto in bilico tra arte e scienza, tra la Romagna e il cosmo. Ne parliamo con l’ideatrice, Arianna Cortesi, ricercatrice postdoc a Rio de Janeiro

     25/02/2022
Social buttons need cookies

Italo Calvino e alcune delle illustrazioni realizzate da Iside Montanari per il progetto Astrologos. Fonte: astrologos.astro4dev.org

Nasce sotto il segno dei Pesci – oggi, venerdì 25 febbraio – e si chiama Astrologos. Ma non fatevi ingannare: l’accento cade sulla seconda ‘o’ ed è un progetto nel quale confluiscono astronomia e parole. Parole di Italo Calvino e del suo Qfwfq, il narratore delle Cosmicocomiche. Parole lette da Claudio Casadio, attore teatrale e cinematografico, avvolte nelle musiche di Federica Maglioni, accompagnate da illustrazioni di Iside Montanari e raccolte in un elegante sito sviluppato da Paola Dimauro.

I racconti proposti sono cinque: “Gli anni luce”, “La distanza della Luna”, “Senza colori”, “Sul far del giorno” e “Tutto in un punto”. Traggono tutti ispirazione da argomenti d’astronomia, e ciascuno di essi è commentato – sempre a voce, questo è un sito tutto da ascoltare – da quattro astronome e un astronomo: Arianna Cortesi, la stessa Paola Dimauro, Marco Grossi, Claudia Mignone e Laura Schreiber.

«Calvino è un grande amore condiviso da me, Claudia e Marco. Io e Claudia abbiamo pensato alla possibilità di leggere Calvino fin da quando ci siamo conosciute, vent’anni fa», ricorda Cortesi, d’origini romagnole, laurea a Bologna dottorato a Nottingham (Regno Unito) e oggi ricercatrice postdoc in Brasile, a Rio de Janeiro. «Calvino, come molti degli scrittori e poeti di quel periodo, aveva un’intuizione sull’esistenza, e una profondità del sapere, che è una luce nel mondo multimediatico, dove tutto è rapido, leggero. Eppure, Calvino stesso nelle Lezioni americane parla della leggerezza come qualità fondamentale del mondo futuro. In Calvino c’è la serenità che viene dal rispetto per il sapere sviluppato dagli uomini nel tempo e c’è il sorriso, l’ironia che viene dall’amore per l’essere umano nella sua umanità. Forse Calvino è stato terapeutico nei primi momenti della pandemia, passati da me (e da molti) lontano da casa, dall’Italia».

È infatti nei primi mesi della pandemia che è nata e ha preso forma l’idea di Astrologos, poi divenuto un progetto selezionato dall’Office of Astronomy for Development (Oad) della Iau – l’Unione astronomica internazionale – fra quelli legati all’emergenza Covid-19.

«Era quel momento della pandemia in cui online passavano film gratis, spettacoli di circo, concerti… Un mondo gratuito e fraterno. Ho sempre un ricordo nostalgico dei primi momenti della pandemia», dice Cortesi. «E ho pensato alle Cosmicomiche, a quanto è meravigliosamente profondo e ironico Calvino, a come potevamo fare tutto online… E ho pensato a Claudia, sapendo appunto che lei condivide la passione per Calvino e le Cosmicomiche, e a Marco, amico e collega a Rio. Ho pensato a Federica, con cui collaboro da anni in progetti di arte e astronomia. Ho pensato a Iside, con cui anche ho sviluppato vari progetti in passato. E soprattutto ho pensato a Claudio Casadio, un attore che ammiro molto e che speravo avrebbe accettato di collaborare per amore dell’arte e della scienza».

Ed è così che è andata. Un sito che se amate l’arte e la scienza – l’astronomia in particolare – val la pena visitare e ascoltare. Lo trovate su astrologos.astro4dev.org.