L’IMMAGINE DELLO STRUMENTO MUSE

Una rosa galattica in piena attività

Lo spettrografo 3D dell’Eso ci mostra la galassia a spirale Ngc 1097, a 45 milioni di anni luce dalla Terra, e l’intensa attività di formazione stellare che sta avvenendo nella regione evidenziata dai colori rosa/viola, un “piccolo” anello di 5000 anni luce di diametro. Il tutto è governato dall’immensa potenza del buco nero supermassiccio al centro della galassia

     11/01/2021
Social buttons need cookies

La galassia a spirale Ngc 1097. Crediti:
Eso/Timer survey

Sembra una rosa in fiore questa galassia catturata dallo strumento strumento Muse (Multi Unit Spectroscopic Explorer), installato su uno dei 4 telescopi del Vlt (Very Large Telescope) dell’Eso.

Si tratta di Ngc 1097, una galassia a spirale a 45 milioni di anni luce dalla Terra in direzione della costellazione della Fornace. L’immagine mostra l’intensa attività di formazione stellare che sta avvenendo nella regione evidenziata dai colori rosa/viola, un “piccolo” anello di 5000 anni luce di diametro.

Le striature più scure sono polvere, gas e detriti galattici, i cui movimenti nella galassia vengono controllati dall’immensa forza di gravità del buco nero supermassiccio al centro. Questo processo riscalda la materia circostante formando un disco di accrescimento attorno al buco nero che provoca la fuoriuscita di enormi quantità di energia nell’area circostante. La polvere si riscalda e la formazione stellare accelera nell’area intorno al buco nero, causando la creazione di una struttura ad anello fatta di stelle appena nate.

Muse non fornisce agli astronomi solo una fotografia, bensì anche uno spettro (cioè una banda di colori) per ogni pixel dell’immagine. Con questo strumento i ricercatori raccolgono circa 90mila spettri ogni volta che osservano un oggetto.