LA FINESTRA DI LANCIO PER SN9 TRA OGGI E DOMENICA

SpaceX Starship, non c’è otto senza nove

Dopo il volo della navicella Starship Serial Number 8, avvenuto il nove dicembre scorso, la compagnia aerospaziale di Elon Musk, Space X, alle 23 ora italiana di mercoledì 6 gennaio ha acceso i motori del prototipo Starship Sn9 per gli ultimi test prima del lancio, che potrebbe avvenire già nei prossimi giorni

     08/01/2021
Social buttons need cookies

Ci siamo quasi: dopo il volo spettacolare del prototipo Starship Serial Number 8, culminato con un atterraggio esplosivo il nove dicembre scorso, la compagnia aerospaziale di Elon Musk, Space X, nei prossimi giorni potrebbe effettuare il test di lancio della Starship Serial Number 9.

Il prototipo Sn9 di SpaceX durante lo static fire test sui suoi motori Raptor il 6 gennaio 2021 a Boca Chica, in Texas. Crediti: NasaSpaceflight/Twitter

Mercoledì scorso, alle 17:07 ora locale, le 23:00 qui in Italia, alla SpaceX’s South Texas facilities di Boca Chica i tre motori Raptor del prototipo Sn9 si sono accesi ancora una volta (un test era già avvenuto il 30 dicembre) per un secondo per lo static fire test: un test di routine necessario per verificare la funzionalità dei motori del razzo.

Se i risultati dei test daranno l’esito previsto, il lancio di Sn9 potrebbe avvenire già questo fine settimana. Il volo di prova di Sn9 dovrebbe essere simile a quello realizzato il mese scorso dal suo predecessore Sn8, che, eccetto per l’atterraggio, ha raggiunto praticamente tutti gli altri traguardi che SpaceX aveva stabilito, portando il fondatore e Ceo dell’azienda, Elon Musk, a dichiarare il volo un grande successo.

Come Sn8, anche Sn9 cercherà di raggiungere almeno i 12 km di altitudine, decollando dallo spazioporto di Boca Chica, in Texas, spinto dalla potenza dei suoi tre motori Raptor. Motori che si spegneranno uno alla volta durante la salita per diminuire l’accelerazione del veicolo e consentire una volta raggiunto l’apogeo – il punto più alto della sua corsa – il ribaltamento dell’astronave dalla posizione verticale a quella orizzontale utile per il rientro. Sn9 si avvarrà quindi dei suoi alettoni (body flaps) per mantenere la posizione durante la discesa, prima di riaccendere due dei motori per rimettersi in posizione verticale e compiere un atterraggio propulsivo.

Quello di Sn9 sarà il quarto volo di un prototipo Starship, il secondo in alta quota e spinto da tre motori (i prototipi Sn5 ed Sn6 erano monomotore e hanno raggiunto un’altitudine massima di circa 150 metri).

Assisteremo in futuro a un lancio di due Starship? Elon Musk dice di sì [attenzione: immagine photoshoppata!]

Sebbene non vi sia ancora l’ufficialità, Sn9 potrebbe essere lanciato nella finestra che va da oggi, 8 gennaio, a domenica 10 gennaio, come si evince dagli avvisi di temporary flight restrictions pubblicati dalla Federal Aviation Administration (Faa) tramite i cosiddetti Notam – “NOtice To AirMen” (Avviso agli aviatori) –  numero 1/1073, 1/1076 e 1/1077 , con cui SpaceX ha il permesso di testare il lancio della Starship Sn9.

Quanto agli altri prototipi, mentre Sn11 e Sn12 sono in fase di sviluppo all’interno della struttura di assemblaggio chiamata Mid Bay, la Starship Sn10 si trova all’interno della High Bay – un’altra struttura nella quale viene completato l’assemblaggio delle navicelle – pronta per il trasporto sul sito di lancio. A questo proposito, nei giorni scorsi un utente ha postato su Twitter un’immagine photoshoppata di due prototipi di Starship in piedi uno accanto all’altro, chiedendo se fosse qualcosa che avremmo potuto vedere nelle prossime settimane. Il tweet di risposta di Elon Mask è stata un semplice e secco “Yes”. Alcuni fan hanno subito pensato a un imminente lancio simultaneo. Non lo sappiamo, certo è che grazie alla disponibilità di una doppia piattaforma di lancio nello spazioporto di Bocha Chica, il Pad A e quello B, Space X potrà contare su più navicelle in posizione disponibili in qualsiasi momento per il lancio.

Guarda il servizio video del lancio di SN8 su MediaInaf Tv: