IL CIELO DEL MESE

Agosto, tempo di Perseidi

Torna puntuale, come ogni estate, lo spettacolo delle "lacrime di San Lorenzo", ovvero lo sciame meteorico delle Perseidi. I consigli per osservarlo al meglio, nuvole permettendo, insieme agli altri principali eventi astronomici previsti nel mese di agosto

     03/08/2020
Social buttons need cookies

La scia di una perseide nel cielo sopra il Very Large Telescope dell’Eso, in Cile. Crediti: Eso/S. Guisard

Torna puntuale come ogni anno, ad agosto, lo spettacolo delle Perseidi, lo sciame meteorico meglio noto come le “lacrime di San Lorenzo”. Il massimo del fenomeno quest’anno è previsto nelle notti tra l’11 e il 13 agosto, anche se quelle tra il 10 e il 15 potranno essere adatte per dar loro la caccia. A disturbare un po’ le osservazioni ci sarà la Luna, che sorgerà nelle prime ore della notte e nel periodo di massimo si troverà nella fase di ultimo quarto. Per godere al meglio dello spettacolo delle Perseidi, il nostro consiglio è quello di seguire il fenomeno a partire dalle ore centrali della notte, quando la Luna non sarà ancora sorta o comunque sarà bassa sull’orizzonte, soffermandosi sulle regioni a nord est del cielo, in direzione della costellazione di Perseo. Le scie luminose che potremo osservare in quelle notti alzando lo sguardo al cielo sono prodotte da piccolissimi frammenti della cometa Swift-Tuttle che ogni anno incrociano l’orbita della Terra. Entrando con grandissima velocità nell’atmosfera terrestre, queste particelle, grandi anche solo come un granello di sabbia, la ionizzano, creando le caratteristiche scie che solcano per alcuni istanti il cielo.

Anche per agosto, come sempre, abbiamo preparato per voi un video con consigli per osservare al meglio, meteo permettendo, lo sciame delle perseidi e gli altri principali eventi astronomici previsti in questo mese. Lo trovate qui sotto: