OGGI A PADOVA LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE

Cristina Cattaneo vince il Premio Galileo 2019

Il suo libro “Naufraghi senza volto. Dare un nome alle vittime del Mediterraneo” racconta come nel suo lavoro di medico legale cerchi di ridare un nome e una storia alle decine di migliaia di corpi dei naufraghi che il mare restituisce drammaticamente, morti nel tentativo di arrivare nel nostro Paese su barconi fatiscenti

10.05.2019

Si è conclusa questa mattina, venerdì 10 maggio, la tredicesima edizione del Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica. Ad aggiudicarsi il premio è Cristina Cattaneo, con Naufraghi senza volto. Dare un nome alle vittime del Mediterraneo (Raffaello Cortina Editore, 2018). Cattaneo, docente di medicina legale all’Università di Milano e direttrice del laboratorio di antropologia e odontologia forense Labanof, è coinvolta nell’identificazione dei migranti morti nei naufragi di Lampedusa tra il 2013 e il 2015. Nel suo libro racconta come il suo lavoro cerchi di ridare un nome e una storia alle decine di migliaia di corpi dei naufraghi che il Mediterraneo restituisce drammaticamente, morti nel tentativo di arrivare nel nostro Paese su barconi fatiscenti. La cerimonia di premiazione si è svolta presso l’Aula Magna dell’Università di Padova, gremita di ospiti istituzionali e studenti.

Ricordiamo, oltre alla vincitrice Cristina Cattaneo, gli altri quattro finalisti del Premio Galileo 2019 selezionati dalla giuria scientifica: Roberto Defez (Scoperta. Come la ricerca scientifica può aiutare a cambiare l’Italia, Codice Edizioni, 2018), Pietro Greco (Fisica per la pace. Tra scienza e impegno civile, Carrocci Editore, 2017), Sandra Savaglio (Tutto l’Universo per chi ha poco spazio-tempo, Mondadori, 2018) e Peter Wadhams (Addio ai ghiacci. Rapporto dall’Artico, Bollati Boringhieri, 2017).

A presiedere la giuria scientifica del Premio letterario Galileo la docente universitaria, farmacologa, biologa e senatrice a vita Elena Cattaneo, affiancata nella selezione della cinquina delle opere finaliste da giornalisti e docenti universitari: Gabriele Beccaria, Luca De Biase, Elena Dusi, Anna Meldolesi, Rossella Panarese, Giovanna Capizzi, Rodolfo Costa, Piero Martin, Giulia Treu e Maria Elena Valcher.

La stessa giuria scientifica ha valutato i libri finalisti insieme alla giuria composta da cento studenti universitari provenienti da tutta Italia e dagli studenti di cinque classi delle scuole secondarie di secondo grado della provincia di Padova e altre cinque di altre province d’Italia, decretando oggi il vincitore.

Guarda il video della premiazione: