SECONDA EDIZIONE DI TIME MACHINE

La ‘macchina del tempo’ è a Torino

Dal 26 al 28 Ottobre ritorna a Torino “The Time Machine Factory, [unspeakable, speakable] on Time Travel”, la rassegna internazionale di conferenze tra astrofisici, fisici e matematici sulla possibilità di realizzare viaggi nel tempo, i quali, contrariamente all’opinione comune, non sono affatto proibiti dalle leggi fisiche

La Delorean protagonista della saga di "Ritorno al Futuro" si aggira per Settimo Torinese in occasione di una mostra in cui sono presenti tutti i cimeli originali organizzata in occasione del trentennale dall'uscita primo film

La Delorean protagonista della saga di “Ritorno al Futuro” si aggira per Settimo Torinese in occasione di una mostra in cui sono presenti tutti i cimeli originali organizzata in occasione del trentennale dall’uscita primo film

Dal 26 al 28 Ottobre ritorna a Torino “The Time Machine Factory, [unspeakable, speakable] on Time Travel”, la rassegna internazionale di conferenze tra astrofisici, fisici e matematici sulla possibilità di realizzare viaggi nel tempo, i quali, contrariamente all’opinione comune, non sono affatto proibiti dalle leggi fisiche. Il convegno si svolgerà presso l’Aula Magna del Palazzo del Rettorato dell’Università di Torino.

L’iniziativa nasce con l’intento di mettere in evidenza i nuovi orizzonti di ricerca nel campo della fisica e dell’astrofisica collegati ad una possibile esistenza di una Macchina del Tempo che consenta i viaggi attraverso lo spazio-tempo e, con un ciclo di conferenze con cadenza all’incirca quadriennale, si propone di mantenerne vivo l’interesse negli anni a venire.

Il motivo è duplice. Da una parte, una tematica così borderline – ma pur sempre entro gli ambiti ammessi della fisica – offre nuovi spunti per approcci differenti a questioni scientifiche che generano problematicità di genere ontologico, come ad esempio i paradossi sulla relazione circolare causa – effetto, la non-località nel mondo microscopico, il limite invalicabile della velocità della luce, etc.

Dall’altra, apre alla possibilità di innescare nuovi studi complementari sui temi interconnessi della Relatività Generale e della Meccanica Quantistica, le due teorie della fisica ampiamente verificate ma a tutt’oggi non ancora conciliabili.

Un argomento complesso e soggetto a scetticismo come il viaggio nel tempo non può essere affrontato seriamente senza una visione multidisciplinare. Per queste ragioni, realizzare un convegno che racchiuda le tematiche suddette richiede il coinvolgimento di diversi ambiti di ricerca, in particolare: l’astrofisica dei buchi neri, l’energia associata ai campi gravitazionali e al vuoto, l’entaglement e il teletrasporto quantistico, il linguaggio avanzato della matematica e la computazione quantistica, nonché la navigazione spazio-temporale, la metrologia relativistica e quantistica. Questo spiega la partecipazione di più enti all’organizzazione del convegno, tra i quali l’Istituto Nazionale di Astrofisica e l’Osservatorio Astrofisico di Torino, l’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica, il Dipartimento di Matematica dell’Università di Torino, il Politecnico di Torino e la SIGRAV.

Chiuderà il convegno l’annuncio della nascita di WINGs (Women IN Gravities), un progetto che si propone di riunire le donne coinvolte negli studi della gravità e della relatività generale con applicazioni anche all’astrofisica relativistica, alla cosmologia e alla fisica quantistica. Lo scopo è far diventare WINGs un appuntamento qualificante in ogni convegno che si dedichi alla gravità e alla fisica fondamentale, e di promuovere le attività di ricerca al femminile nei campi summenzionati.

Sulla scia della prima edizione (avvenuta nell’Ottobre 2012), la seconda enfatizza gli aspetti delle macchine del tempo legati alle celebrazioni del 2015, ovvero l’Anno Internazionale della Luce e il centenario della Teoria della Relatività Generale di Einstein. Sono previsti diversi eventi aperti al pubblico.

In occasione del festival di Settimo Torinese e dell’esposizione dei cimeli originali di Ritorno al Futuro a trenta anni dalla sua uscita nelle sale, si terrà presso la Biblioteca Archimede il Caffè Scientifico I Viaggi nel Tempo

Vai al sito del convegno: http://www.timemachinefactory.eu

La locandina dell’evento di apertura