PER LE CAMPIONESSE 2015

Stage olimpico al TNG

Lo stage, organizzato e finanziato dalla Società Astronomica Italiana (SAIt), dall'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e dalla Fondazione Galileo, vedrà la partecipazione di Mariastella Cascone (Liceo Scientifico Statale "G. Galilei" di Catania) e Silvia Neri (Liceo Scientifico Statale "L. da Vinci" di Reggio Calabria), vincitrici delle Olimpiadi Italiane di Astronomia 2015 per la categoria Senior

19.06.2015, ore 14:00

La Via Lattea sopra il TNG (crediti: Giovanni Tessicini)

La Via Lattea sopra il TNG (crediti: Giovanni Tessicini)

Stanno per partire le due studentesse vincitrici dello stage di formazione presso il Telescopio Nazionale Galileo (TNG) organizzato nell’ambito delle Olimpiadi Italiane di Astronomia 2015.

Lo stage, organizzato e finanziato dalla Società Astronomica Italiana (SAIt), dall’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e dalla Fondazione Galileo, vedrà la partecipazione di Mariastella Cascone (Liceo Scientifico Statale “G. Galilei” di Catania) e Silvia Neri (Liceo Scientifico Statale “L. da Vinci” di Reggio Calabria), vincitrici delle Olimpiadi Italiane di Astronomia 2015 per la categoria Senior (vedi Media INAF) e componenti la squadra italiana che parteciperà alle XX International Astronomy Olympiad che si terranno nel mese di ottobre a Kazan (Russia).

Sarà la prima volta che la rappresentativa italiana, reduce dagli eccellenti risultati conseguiti nel 2014, annovererà tra le sue fila due ragazze su un totale di cinque componenti.

Le due studentesse saranno accompagnate alle Canarie da Gaetano Valentini (INAF – Osservatorio Astronomico di Teramo) e da Angela Misiano (SAIt – Planetario Pitagora di Reggio Calabria). Faranno gli onori di casa Gloria Andreuzzi ed Emilio Molinari del TNG. Lo staff INAF-SAIt-TNG curerà tutti gli aspetti scientifici e logistici legati allo svolgimento dello stage.

La partenza è prevista per il 19 Giugno. Il programma prevede per le ragazze la possibilità di visitare molti dei telescopi presenti a all’osservatorio di Roque de Los Muchachos, ma soprattutto di osservare con
il TNG nella notte del 21 Giugno. I dati ottenuti saranno analizzati in loco, fornendo così alle due ragazze una serie di informazioni sulle tecniche di osservazione e di analisi dei dati che risulteranno sicuramente utili in vista della difficile gara in Russia. Il rientro in Italia è previsto per il 24 Giugno. A questo stage ne farà seguito un altro, questa volta per tutti i cinque componenti la squadra italiana, che si svolgerà a Stilo (RC) dal 20 al 25 Luglio.

Lo stage al TNG e quello a Stilo sono organizzati da INAF e SAIt per fornire ai nostri ragazzi ulteriori conoscenze, sia teoriche che pratiche, per permettergli di ben figurare a livello internazionale, dove, come ogni anno, il livello di preparazione dei partecipanti è altissimo e dove i problemi da risolvere saranno di sicuro molto complessi.

Le Olimpiadi Italiane di Astronomia sono promosse dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione-MIUR e organizzate dalla Società Astronomica Italiana e dall’Istituto Nazionale di Astrofisica nell’ambito del protocollo di intesa MIUR-SAIt e sotto l’egida del Comitato di Coordinamento delle Olimpiadi Internazionali di Astronomia (International Astronomy Olympiad of the Euro-Asian Astronomical Society). Le Olimpiadi Italiane di Astronomia rientrano nel programma annuale delle eccellenze, un programma di promozione della cultura del merito e della qualità degli apprendimenti nel sistema scolastico del Ministero. Gli studenti vincitori delle competizioni, nazionali e internazionali vengono annualmente premiati ed inseriti nell’albo delle eccellenze.